Il Presepe della Madonnetta

Quello della Madonetta è uno dei più preziosi e caratteristici presepi della Superba.
Risalente al 1700, è opera di abili scultori della scuola di Anton Maria Maragliano, è costituito da statuine forgiate nel legno ed è prezioso e pregiato, molto caro ai genovesi, in quanto, in questo presepe, è la nostra città a far da sfondo al miracolo della Natività.
Ma si viene da lontano, per dare il benvenuto al Redentore, si viene da terre d’oriente, sulle quali brilla la Stella Cometa.

E da laggiù, in quelle terre distanti, una pia donna si incammina ed un gregge di pecore segue il suo pastore, mentre il cielo è illuminato da uno spicchio di luna.

E dalle campagne intorno a Genova, dalle vallate del Bisagno, giungono i pellegrini.

E’ un mondo contadino questo e le statuine sono, a differenza delle altre, di scuola fiamminga.

E a Genova, nella città vecchia, ferve la vita.

In Sottoripa si vende la frutta.

E accorrono le donne genovesi, tra queste case alte e strette e svetta lontana la Torre degli Embriaci.

E questa è davvero Genova, con la chiesa di San Matteo sullo sfondo.

Qui si vende il pesce in abbondanza.

E un banco espone le statuine per il presepe.
E sì, siamo a Genova in lontananza si scorge un frate,  che scende piano, lasciandosi alle spalle Porta Siberia.

E si cammina, verso la culla del Redentore, certo qualcuno deve aiutarsi con un bastone, ma arriverà comunque davanti al figlio di Dio.

E siamo a Genova, sulla colonna ecco un’edicola sacra e in lontananza le torri di Porta Soprana.

Si porta la frutta in dono a Gesù Bambino. E guardate bene, laggiù c’è la Lanterna.

E la vita ferve, nelle case, nelle strade, nei caruggi, si cammina insieme.

E si cammina, si cammina insieme verso Colui che è stato tanto atteso.

 

E si cammina, si cammina verso di Lui, e quando lo si intravede lo sguardo si illumina, si rasserena.

E lì sulla paglia, sotto le luci di Genova, è nato al mondo Gesù.

Annunci

38 pensieri su “Il Presepe della Madonnetta

  1. E’ sempre un piacere rivedere, anche se virtualmente, il presepe della Madonnetta. Grazie del post! A proposito e’ sempre aperto tutto l’anno?

    • Sì, credo di sì…nei mesi scorsi hanno fatto dei lavori al presepe, era tanto che non ci andavo sai!
      Quando vieni potremmo tornarci, che ne dici’ Non ho mai visto un presepe a luglio, oltretutto.

  2. Miss, ma non posso crederci! Che splendore! Spettacolare! E’ veramente uno dei più bei presepi ch’io abbia mai visto e non lo dico solo per dirlo. E quante foto! E le statuine, precise anche nei minimi particolari. Questi lavori minuziosi mi piacciono tantissimo!

    • La penso come te, forse è il presepe più bello che io conosca, è bella l’ambientazione, sono splendidi i dettagli, come dici tu.
      Le foto sono tante, volevo mostrarvelo al suo meglio, con ricchezza di particolari…

  3. Ma che meraviglia Miss Fletcher! Bellissimo, spettacolare, ricco di dettagli come solo tu sai evidenziare. Ma hai un teleobiettivo? Sembra davvero di “essere” nel presepe, oltre alla magia delle tue descrizioni.
    Baciotto Susanna

    • Ah, grazie Susa! Sono particolarmente affezionata a questo presepe, ci si andava con la scuola a vederlo, alle elementari, insieme alla maestra. E poi mia mamma mi ci ha portata tante volte quando ero piccola, mi è sempre piaciuto tanto! Un bacetto a te!

  4. Che belle statue! In questo periodo cerco sempre di visitare qualche nuovo presepe e alcuni sono veramente ben allestiti e suggestivi. Grazie della descrizione, sempre brava!
    Guglielmina

  5. bellissimo! quanti ricordi: i miei mi portavano sempre quando ero piccola a vedere i presepi nei paesini qui intorno! ne approfitto anche per augurarti delle feste serene e piene di luce e gioia cara miss! con affetto
    G.

  6. salve cerco sempre vi vedere gli altri presepi per poi dare un’inventiva al mio perche’ mi piace la tradizione del presepe anche se si sta’ perdendo … ma cerco di far capire agli amici che il presepe grande o piccolo che sia e’ sempre bello se poi e’ costruito con amore

    • Benvenuto tra queste pagine, mi fa piacere se questi presepi così belli ispireranno anche parte del tuo.
      E’ bello fare il presepe, si costruisce un mondo in miniatura pieno di fascino. A presto!

  7. Pingback: Vi Racconto Gli Strani Presepi di Calvi, Modena, Manarola e Genova | Placida Signora

  8. Pingback: Salita a Porta Chiappe, giù per la creuza | Dear Miss Fletcher

  9. Miss, questo è davvero un Presepe che emoziona… anche per la mirabile ambientazione nella Genova del 1700… e meno male che gli addetti alla viabilità del comune non abbiano mai pensato di aggiornarla, aggiungendoci la sacrilega sopraelevata… quest’altro Presepe, me lo segno, ma sono così tante le meraviglie che ci presenti e con le quali gradirei lustrarmi gli occhi, che sinceramente non saprei da dove cominciare… ti dico subito che ho scartato l’ordine alfabetico perchè avrei dovuto inziare dall’Acquario…

  10. …questo non è un Post sul Presepe Zeneize…é un film di John Huston…La Bibbia la nascita del Messia…che meraviglia a parte il valore spirituale religioso é il luogo magico dove si svolge Zena e le sue meraviglie antiche angoli cittadini da favola e personaggi che rivivono il loro tempo in maniera perfetta onore e merito a chi ha/hanno fstto questo capolavoro e grazie a Te Miss grande soggettista un abbraccio grandissimo👏👏👏

    • Grazie carissimo, sempre generoso, questo è davvero un bel presepe ed è vicino a casa mia, da piccola mi affascinava tantissimo questa piccola Genova scenario della nascita di Gesù e ancora adesso non smette di piacermi.
      Un grande abbraccio, buona serata caro.

  11. In questi mesi (novembre-dicembre 2016) il presepe è (finalmente) oggetto di un accurata messa a punto e restauro curato da un preparato professionista da sempre innamorato del Santuario della Madonnetta, di quello che spiritualmente rappresenta e delle opere d’arte che contiene.
    Purtroppo infatti, interventi successivi nel tempo, seppur doverosi ai fini della sicurezza elettrica e della cura delle antiche statuine, ne hanno snaturato il senso e l’attenzione al particolare che tanto gli allestitori originari (Roberto Tagliati e il suo staff, anni 1970-73) avevano voluto darne facendo del prepese stesso un capolavoro. Non solo un presepe ricco di opere d’arte, dunque, ma un’opera d’arte in se stesso, doveroso di attenzione e rispetto in ogni particolare. È in questo senso che viene condotto l’odierno restauro, nel pieno ripristino delle giuste e originarie caratteristiche.
    Da oggi dunque, una nuova occasione per una visita, pur se, come detto, ancora a lavori in corso. (Tranquilli, i lavori non precludono in alcun modo la piena godibilitá dell’opera).

  12. Stupendo presepe che può rivaleggiare con quelli superbi del museo di Napoli. Lo stile è molto diverso come diversa è Genova qui rappresentata in modo magnifico immersa nel secolo dei lumi.Mi dispiace non averlo mai visto ma le sono grata per avercelo mostrato.Auguri affettuosi di Buon Natale.Nicla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.