Sette volte Miss Fletcher

Oggi giochiamo, giochiamo insieme.
Sono stata invitata a partecipare ad una sorta di catena tra blogger da una mia cara amica: grazie, meravigliosa e vulcanica Claudia, raccolgo volentieri il testimone.
E dunque, si tratta di parlare si sé, di citare, per ogni categoria, l’articolo che si ritiene più consono.
E certo, semplice non è.
Per lo meno, non lo è per me, sono sempre molto critica verso me stessa, a volte leggo, rileggo ciò che scrivo, metto da parte, ripenso, riguardo i miei pensieri da una diversa prospettiva.
Eh, l’insicurezza tira brutti scherzi!
Sette post, i miei pensieri e le mie parole, condivise, accolte e comprese.
Riemergono dal passato prossimo per tornare qui, oggi, di nuovo.
Un po’ di me, raccontata da me.

1. Il post più bello

L’angelo di Monteverde, elogio della bellezza
Non so se lo sia davvero, non dovrei dirlo io, credo.
So che ho avuto quell’immagine nella mente per giorni, senza avere le parole per descriverla.
Quando ho creduto di trovarle, le ho accarezzate, coccolate, mandate a memoria, dimenticate e ricordate. E sono state quelle parole.

2. Il post più popolare

Genova, 4 Novembre 2011
E’ stato il pezzo più letto, il più commentato.
Ed io vorrei non averlo mai scritto.

3. Il post più controverso

Etienne Lantier, l’eroe di Germinal
Non credo ci siano post controversi, ma forse questo libro ha lasciato perplessa più di una persona, eppure io spero sempre che qualcuno di voi abbia il desiderio di addentrarsi in quella notte senza stelle, tra le pagine di un romanzo che un capolavoro della letteratura.

4. Il post più utile

Salita del Prione e Piazza delle Erbe, le strade del popolo
Io spero sempre che  sia utile ogni articolo che  svela la bellezza di Genova a chi non la conosce.
Scelgo questa piazza, che racchiude in sé tutto l’incanto della città vecchia, storie di vite lontane e di mondi da scoprire, ancora presenti per chi li sa vedere.

5. Un post di cui il successo mi ha sorpreso

Boccadasse, creuze, marinai e sogni
Queste sono le parole del sentimento, di un luogo del cuore, parole semplici che sono fluite spontanee, al ritmo di quelle onde, sotto quel sole, in un angolo tanto amato della mia Zena.

6. Un post che non ha ricevuto l’attenzione che meritava.

Oh, Paris!
In queste righe si parla di una città, ma si parla molto di me.
Quella seduta sul muretto sono davvero io.
E sono sempre io, in ogni sogno, in ogni scoperta.
L’ho scritto in estate, avevo da poco aperto il blog, molti di voi ancora non li conoscevo.
Però è il solo che vorrei che leggessero tutti.
Io sono proprio quella, quella che a Parigi porta le violette a Chopin.

7. Un post di cui sei orgogliosa

Io e Francesco
Ho scelto senza esitazioni, era da tanto che volevo scriverlo, da anni.
E poi sapete, di recente credo di aver scoperto che lui, Francesco, lo ha letto, ne sono quasi certa.
E questo per me ha un valore grande, immenso, se questo blog ha una ragione d’esistere è questa, aver superato le distanze ed avermi permesso di comunicare un affetto vero e reale a qualcuno che, a suo modo, fa parte della mia vita.
Ma non si è mai tanto lontani, in fondo.

Il gioco non è finito, come Claudia ha fatto con me,  prevede che anche io inviti alcuni di voi a partecipare, questi sono i vostri nomi.

Susanna
Chagall

Pigmy
Jenga
Rick
Pani

Ora tocca a voi raccontare voi stessi, oltre ad essere divertente, è una maniera particolare per guardarsi dentro, per osservare il nostro modo di raccontarci e di convidere con gli altri i nostri pensieri.
Qui avete trovato sette volte Miss Fletcher.

Annunci

25 pensieri su “Sette volte Miss Fletcher

  1. Oh Miss, bhè innanzi tutto grazie, appena ho due minuti lo farò anche se non sono brava come te nel copia incolla e postare vecchi post. I tuoi invece li avevo letti tutti!!!!! Anche quelli in cui non ci conoscevamo ancora, me liero poi andata a leggere. Che cucciola che eri con pochini, pochini commenti….ora inevce guarda qua, la tua bravura….sei così brava che quando leggo i commenti che ti fanno sono così felice! E io…più cucciola di te ma siamo nate quasi insieme. E tra un pò è quasi un anno….ti rendi conto? Questo post comunque mi ha davvero divertita. Ah, un’ultima cosa Miss, se posso permettermi. Sii meno severa con te stessa, non ce n’è davvero bisogno. Usa queste energie per altre cose. Usarle su di te in questo modo, sono davvero buttate via. 🙂 Bacioni grandi.

    • Tesoro, grazie! Che belle parole mi hai scritto, mi hai fatta commuovere.
      Ed è vero, noi due abbiamo aperto i nostri blog nello stesso periodo e ci siamo trovate e piaciute subito.
      E tra poco è quasi un anno, davvero…ma ci credi che mi sembra di conoscerti da sempre? Un bacione grande a te, sorellina.

  2. Tesoro, perché premi Chacan per il MIO blog?!
    Voglio dire, tutte le sere a scrivere… e devo sempre finire per mezzanotte, perché se poi devo uscire con le amiche Cenni deve rincasare per quell’ora. È sempre una corsa contro il tempo.
    Ci vorrebbe più meritocrazia!

    • Hahaha…fantastica Bella, hai ragione! Senti, facciamo una cosa, questo post qua lo facciamo scrivere a Chagall, ti assicuro che quel ragazzo ha dei numeri e io te ce ne andiamo a ballare con Cenni, vado a preparare il vestito 🙂

  3. Io adoro questi meme, e senza dubbio approfitterò dell’idea per rilanciarlo da me 😉
    Poi, e ti prego di non angosciarti, leggerò innanzitutto i post linkati un po’ alla volta, e di seguito il resto del blog per intero, partendo dall’inizio (è una cosa che ogni tanto mi capita, quando trovo qualcosa-qualcuno di davvero interessante).

    A presto.

    • Grazie Denise! Ma figurati se mi angoscio, oltre tutto ho perfettamente chiaro un dettagli: oehm, sono un po’ grafomane, forse anche impegnativa, mi fa piacere, e tanto, che tu abbia voglia di leggere il mio blog, compreso i vecchi post!
      Un abbraccio grande!

  4. Buonasera carissima! Perdonami se sono latitante, ma tra mercatini e fiere ed eventi…non ci sto più con i tempi e con la testa, ma vengo sempre qui volentieri, mi rilassa! ;o))
    Un abbraccio e buona domenica, *Maristella*.

  5. Ciao Miss. Dopo il messaggio su twitter, appena ho potuto, sono venuto a vedere:) E comunque anche se non commento, purtroppo, come prima, io passo sempre eh:) Ci farò un pensierino, vedremo vedremo:):)
    Grazie di cuore. Abbracci:)

      • Miss, ma il mio blog contiene appena 68 post di cui la maggior parte sono di poche righe:):) Geniaccio!? Non mi fare questi complimenti, perché non è vero e perché mi imbarazzano tanto tanto che io quando mi imbarazzo mi vengono tutte le guance rosse e stringo le ginocchia a X:)
        Bacissimi:)

  6. Pingback: Seven « Seme di salute

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.