Mille baci, poi altri cento

Dammi mille baci, poi altri cento, così scriveva il poeta Catullo alla sua amata.
Un bacio può rovinare una vita, sosteneva Oscar Wilde, che a causa della propria passione vide la sua vita fatta in pezzi.
Il bacio, la prima espressione del sentimento e dell’amore.
Mille baci, poi altri cento, nella storia di Hollywood.
E viene subito in mente Clark Gable che tiene a sé Vivien Leigh in Via col Vento e il ricordo va subito a quel tramonto che infuoca l’orizzonte che fa da scenario al loro primo indimenticabile bacio.
E poi il bacio languido e sensuale tra Ingrid Bergman e Cary Grant in Notorious, uno dei più noti della storia del cinema.
Kiss, kiss me così cantava la bionda Marilyn in Niagara e numerosi sono i suoi baci mai dimenticati.
La ricordate in quel film, con l’impermeabile giallo, sotto alle cascate?
E vi rammentate di lei, con l’abito scintillante di lustrini, mentre le sue labbra sfiorano quelle di Tony Curtis in A qualcuno piace caldo?
I wanna be kissed by you, nobody else but you, cantava Norma Jean in quel film.
Baci languidi, quelli tra Humphrey Bogart e Lauren Bacall, coppia sullo schermo come nella vita. Ricordate come lui la stringe a sé in una celebre scena di Acque del sud?
Marito e moglie erano anche Paul Newman e Joanne Woodward, uno schiaffo, un bacio e un fremito sul set di La lunga estate calda.
Baci voluttuosi, come quelli di Marlon Brando a Eve Marie Saint in Fronte del porto, seducenti come quelli di Rodolfo Valentino alle dive del muto, romantici e carichi di promesse come quel bacio scambiato sulle scale antincendio tra Richard Gere e Julia Roberts nella scena finale di Pretty Woman.
Baci casti che hanno tutta la purezza delle fiabe disneyane, il bacio del principe alla Bella Addormentata e quello che riceve Biancaneve dal suo promesso sposo.
Baci che non conoscono attesa, tra Jack Nickolson e Jessica Lange, sul tavolo della cucina, in Il Postino suona sempre due volte.
Baci accarezzati dal vento, tra Leonardo di Caprio e Kate Winslet, in mare aperto sul Titanic.
Baci sotto la pioggia di New York, tra George Peppard e Audrey Hepburn, in Colazione da Tiffany.
Baci alle isole tropicali, nel film Gli ammutinati del Bounty, tra Marlon Brando e la sua moglie hawayana, Tarita Teriipia, tra collane di fiori e palme che ondeggiano sotto il sole.
Baci sulla sabbia, mentre il mare travolge i due amanti, Burt Lancaster e Deborah Kerr, in Da qui all’eternità.
Baci pieni di desiderio, tra James Dean e Natalie Wood, in Gioventù bruciata.
Mille baci, poi altre cento, nella storia di Hollywood.
Baci alla scoperta dell’amore, accanto agli scogli, durante le vacanze estive, tra John Travolta e Olivia Newton-John, in Grease.
Baci tra fiaccole accese che illuminano il buio della notte, tra Matthew Macfadyen e Keira Knightley, baci lenti e innamorati, in Orgoglio e pregiudizio.
Baci sotto il cielo di oriente, all’ombra di un grande albero, tra William Holden e Jennifer Jones, in L’amore è una cosa meravigliosa.
Baci che sciolgono un’algida eleganza nella passione, tra James Stewart e Kim Novak in Vertigo.
Baci  in bianco e nero, a Casablanca, tra Humphrey Bogart e Ingrid Bergman.
Baci di commiato, tra Gerard Depardieu in procinto di lasciare gli Stati Uniti e Andie Mac Dowell, nella scena finale di Green Card.
Baci di fine anno, baci che inumidiscono gli occhi per la commozione, baci che preludono a un nuovo inizio tra Billy Crystal e Meg Ryan, in Harry ti presento Sally.
Baci tanto desiderati, mentre si gioca a modellare la creta, tra Patrick Schwayze e Demi Moore in Ghost.
Mille baci, poi altri cento, nella storia di Hollywood.
E potrei continuare ancora.
Ogni bacio è unico, non ne esistono due uguali.
E nella nostra lingua nemmeno esiste un sinonimo.
Mille baci e poi altri cento.
I baci di Hollywood, baci che ci hanno fatto sognare e sospirare, immaginare e desiderare.
E tra tutti ne ricordo uno, che mi è più caro degli altri.
E’ il bacio più sincero e pulito, il più spontaneo e il più tenero.
Lei ha sette anni, il suo nome è Drew Barrymore, ha i codini e porta una maglietta a righe.
Lui è un alieno, E.T.
Un piccolo bacio, sulla punta del naso, il bacio più dolce di Hollywood.

Annunci

37 pensieri su “Mille baci, poi altri cento

  1. questo post è un sogno dopo l’altro. che bello. mi piace entrare e uscire dai film in questo modo… della poesia di Catullo ricordo che nei tormenti adolescenziali riuscivo a passare ore a rimuginare su quel benedetto “et excrucior…” (o cielo, oggi non riesco neanche ad essere sicura si scriva così…. si, per quanto ne dicano, l’adolescenza è ormai lontana…) grazie!

  2. Oh Miss che post!!! Che post!!! Tutti li ho visti!!! Lo sai che quello di Notorious- l’amante perduta, è stato il più lungo nella storia del cinema per molti anni? Si però Miss, scusa, se posso, non hai scritto quello che per me è il più bel bacio degli ultimi dieci anni come minimo. “Le pagine della nostra vita” Ryan Gosling e Rachel McAdams sotto una pioggia impetuosa dopo una bellissima gita su un lago bianco di cigni. Ricordo invece, eravamo negli anni ’80, quello più atteso e che più mi aveva fatto sognare, in Moonlighting, quella serie tv con quel caro Bruce Willis, buono come pane e nutella e Cybill Shepherd. Ricordo che quando si diedero quel bacio, mentre disfarono mezza casa, io dissi – Oh! Finalmente! -. Aaaaah! Che sogno! Un post splendido Miss, mi hai fatto venire i brividi. Baci.

    • Tesorina, grazie! Moonlighting lo ricordo benissimo, ma Le pagine della nostra vita, a memoria, mi pare di non averlo mai visto, ci credi?
      Devo assolutamente rimediare, da come ne parli sembra proprio un bel fim!
      Baci baci!

      • Cooooooooosa?????!!!! Non hai mai visto “le pagine della nostra vita”! Miss! Oh Miss, credimi, dammi retta, guardalo! Fidati.Io non sono una mega romanticona ma quel film lì è bellissimo comunque. Praticamente è la storia di un uomo anziano che vuole far a tutti i costi ricordare alla vecchia moglie malata di alzheimer, la loro grande storia d’amore che lei ha dimenticato. Il film si sviluppa così tra gli anni ’40 di quando sono giovani e i nostri anni con loro ormai appunto anziani. 4 attori formidabili, una scenografia molto bella e una trama ancora di più. Guardalo e beccati quel bacio che se ero io a riceverlo andavo in stato comatoso per tutta la vita! 😀 un bacio anche a te Miss,…. ehm, tranquilla, meno passionale!

  3. Di passaggio veloce prima di un altra sortie…. e che bel inizio di giornata con le tante immagini del tuo magnfico post.
    Sono ancora in giro… e al rientro dovro recuperare tutte le tue meraviglie…
    Un sorriso

  4. Odi et amo…. questo è il carme più tormentato di Catullo che mi prende cara Miss. Ed ha perfettamente ragione Oscar Wilde. Forse anche un bacio non dato può rovinare la vita? Via, non poniamoci troppe domande e godiamoci questo tuo dolce post.
    Ma nel frattempo ti mando tanti bacetti e ti auguro una buona giornata.
    Susanna

  5. I baci sono una delle cose per cui vale davvero la pena vivere 🙂
    Il mio bacio preferito è quello del film Sixteen Candles. Non perché fosse davvero quello più bello, ma è perché così ho immaginato che sarebbe stato il mio (poi ovviamente no, eh) 😉

  6. Wow, che meravigliosa carrellata di baci!!! E le parole di Catullo sono perfette per accompagnare queste scene indimenticabili… hai ragione si potrebbe andare avanti all’infinito, ma qui hai fatto proprio una bella selezione di film, tutti bellissimi! Concordo anche io con TopinaPigmy, “Le pagine della nostra vita” è super romantico…da vedere 😉 baci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.