La lemniscata

Forse alcuni di voi si staranno chiedendo: cosa caspita è la lemniscata?
Uh, che termine strano! Ecco, sappiate che fino a qualche giorno fa io non l’avevo mai sentito.
Lo sapete, io e i numeri facciamo a botte, ho ancora qualche conto in sospeso con il pi greco e con la faccenda del cateto e dell’ipotenusa, ma di quest’ultima mi ricordo con estrema precisione che è il lato lungo del triangolo, siete o no fieri di me?
Sulla lemniscata, però, tabula rasa.
Mai sentita nominare, ma avete presente quell’otto sdraiato che è il simbolo dell’infinito?
Non ho la più vaga idea di dove si trovi il simbolo sulla tastiera per cui inclinate il capo e guardate questo: 8.
Fatto? Bravi!
Ma La Lemniscata è anche il nome di un nuovo blog che vi consiglio di visitare e di seguire, in quanto ha molti tratti di sicuro interesse per molti di voi.
Chi lo scrive ha una passione per le scienze e i numeri.
E per i personaggi, scienziati e matematici, per le loro vicende umane e le loro idiosincrasie, per quel pizzico di follia che abita in ogni genio.
E allora anche a voi, come a me, capiterà di scoprire aneddoti e persone che non conoscevate, uno stimolo culturale di grande pregio.
E’ ciò che mi piace del web, incontrare persone che sanno raccontare storie.
Conoscete la storia di Charles Babbage? E avete mai incontrato Évariste Galois?
Io non sapevo nulla di loro, li ho scoperti su questo blog che promette di svelare vite ed esperienze emozionanti.
Sono uomini che hanno cambiato il mondo, con il loro ingegno e con la forza delle idee, con il potere grande che ha la follia che abita nell’animo di coloro che sanno osare, coloro che si distinguono e segnano il destino delle generazioni che verranno.
Storie, di questo sono fatti i blog.
Storie, ognuno ha le proprie, ognuno ha un mondo e un universo da svelare a chi legge.
Questo è il bello del web, le storie.
E qualcuno che sa scriverle e ti porta in luoghi sconosciuti e ti avvicina a temi e ad argomenti che non hai mai sfiorato.
E suscita la tua curiosità.
Alcuni di voi ormai mi conoscono bene, sanno cosa io apprezzi.
Mi piace il bello scrivere, l’originalità, la personalità.
E il garbo, lo stile, il senso dell’ironia e l’intelligenza.
Karuso, l’autore di La Lemniscata, ha tutte queste doti e certamente ne ha anche altre ancora da scoprire.
E allora vi lascio in sua compagnia, qui trovate il link al suo blog.
A te, Karuso, auguro che l’esperienza del blog sia bella e piena di soddisfazioni come lo è per me.
Storie, di questo è fatto un blog.
E’ un’avventura di parole, bella ed intensa, l’avventura di chi desidera condividere le storie che ama.

28 pensieri su “La lemniscata

  1. Ussignur… le storie dei matematici potrebbero pure interessarmi – specialmente se sono come Russell Crowe in “A beautiful mind”.
    Ma non chiedermi di capire la matematica. È mistero che non desidero risolvere.
    Buona serata.

  2. Fosse per me l’idea sarebbe rimasta ancora un po’ lì. Che è poi un modo per dire che il blog non avrebbe mai visto la luce. 🙂

    Speriamo di essere all’altezza di raccontare dei personaggi e delle loro storie così come delle belle parole che hai scritto.

    Miss non so che altro dire.. grazie..

    • E sarebbe stato un vero peccato!
      Le tue storie sono bellissime e avvincenti, sono certa che sarai bravissimo a raccontarci altre vite ed altre avventure.
      E con l’ipotenusa spero di essermela cavata 😉

  3. Grazie Miss per averci fatto scoprire questo blog: la matematica è un mondo che, purtroppo, non si riduce solo a numeri o a formule incomprese perchè spiegate da qualche docente distratto o antipatico, ma rimanda a mondi lontani, fatti di formule divine e misteri da concretizzare in formule. E’ un bel viaggio, vero? Ciao

  4. Conosco bene quel simbolo di infinito, ci ho avuto molto a che fare devo dire…ma non sapevo che la funzione che lo descrive si chiama lemniscata! E – grazie Wikipedia – ho anche letto che ce ne sono diversi tipi…
    Mi sa proprio che terrò d’occhio questo blog…chissà che non ci siano quelle curiosità a base di scienza che mi interessano! Grazie Miss e buona giornata 😉

  5. Io con la Matematica ho sempre fatto a pugni, ma leggere “Lemniscata” mi ha riportato immediatamente alla memoria i miei lontani studi di neuroanatomia. Ora però mi hai incuriosito ben benino e se tu ci consigli questo blog, son certa che meriti!
    In bocca al lupo al neo blogger Karuso ed un bacetto alla Miss Fletcher
    Susanna

  6. Caspita Miss, che tasti dolenti hai toccato! Cateti, ipotenusa, pi greco… Santa Topa! Mi vengono i brividi solo a pensarci ma al di là di ciò, voglio fare i miei migliori auguri a Karuso. Le sue storie sono comunque davvero molto interessanti e lui le spiega molto bene. Grazie per la segnalazione Missorellina. Bacetti.

  7. Bisogna avere sicuramente idee,immaginazione e personalita’!!!! Mi disturbano molto i blog scopiazzati da altri,che denotano poca fantasia e personalita’. Non è ovviamente il tuo caso,cara Miss e sicuramente neanche di Karuso!!!!!

  8. Ci farò un giro!
    Ma povero pi greco! È così carino!
    Che hai contro l’ipotenusa? Ricordati che ho il tatuaggio del Teorema di Pitagora sul braccio io 😉

    • Ah, guarda, il teorema di Pitagora sul braccio! E tengo a precisare che o non ho niente contro l’ipotenusa, anzi la guardo con grande timore reverenziale!
      Fai un giro su La Lemniscata, lui è un geniaccio, sono certa che ti piacerà! Baci geometrici, a questo punto 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.