Gifts

Tempo di pacchetti e di sorprese.
Cos’è per voi il meglio?
A voi cosa piace ricevere?
A dire il vero a me piace più fare i regali che riceverli, sì.
Un bel dono per me deve avere una serie di requisiti, dev’essere un oggetto del desiderio, qualcosa di assolutamente superfluo, ciò che da sé non ci si comprerebbe mai.
E quindi, ahimé, di rado io compro regali “utili”.
Vi serve un apriscatole? Non sperate di riceverlo da me, non contateci.
Ricordate Jerome, Harris e George che, privi dell’apriscatole, tentano senza successo di aprire la latta dell’ananas in ogni maniera?
Ecco, sono certa che per non fare la loro fine, se dovesse mancarvi questo indispensabile utensile da cucina, correreste a comprarvene immediatamente uno.
Perché mai quindi dovrei pensarci io?
Il regalo è un modo per dire: ho pensato a te, questo pacchetto è destinato solo a te.
Cosa ci sarà dentro? Qualcosa di necessario? No, quasi mai.
Un oggetto costoso? Neanche, a dire il vero.
L’arte di fare i regali presuppone l’attenzione verso l’altro, la capacità di intuire le passioni, i gusti e gli interessi.
E non chiedetemi cosa desideri, no, no.
Fatemi la sorpresa, portatemi un pacchettino che dimostri quanto mi conoscete e quanto mi volete bene.
Non voglio un regalo qualunque, ma il mio, quello che è perfetto per me.
Là fuori, da qualche parte, mi aspetta, non dovete far altro che cercarlo.
Sono esigente, eh?
A me piacciono i profumi, i cosmetici e gli accessori un po’ particolari.
E i cesti con le delizie per il palato, dolci e salate.
E i libri, certo.
In particolare quelli vecchi e polverosi, lo sapete.
E se avessi un migliaio di euro da buttare credo che mi comprerei un sacro testo che ogni tanto vado a trovare in una bella libreria.
E’ sempre lì, sullo scaffale.
E sì, io spesso ricevo dei libri, ma me ne hanno regalati alcuni che non andavano bene neanche per far spessore sotto le sedie, diciamocelo.
Ma in realtà per chi mi conosce è piuttosto semplice accontentarmi.
Però che delusione quando un regalo non è gradito!
A tal proposito, voi avete mai fatto un presente a un inglese?
Bene, se dovesse capitarvi, sappiate che costui riceverà il dono dalle vostre mani e comincerà a sperticarsi in una serie infinita di ringraziamenti senza scartare il pacchetto.
A me è successo e sono rimasta basita, mi veniva da dire:
– Prima guarda di cosa si tratta!
E invece no, a quanto pare il regalo si apre in separata sede, da una parte è un’usanza che non mi aggrada, ma dall’altra, a pensarci bene, la trovo assolutamente geniale, in quanto mette al riparo da molti imbarazzi.
E comunque è tempo di nastri, pacchetti e bigliettini.
E ve l’ho detto, a me piacciono le cose superflue!
Sì, è quindi ho deciso di mostrarvi uno dei regali più belli che abbia mai ricevuto.
Cosa sarà?
Un gioiello? No, non saprei cosa farmene, sinceramente.
Una borsa griffata? No, no, non mi interessa per niente!
E invece questo sì che mi piace, tantissimo! E me l’hanno regalato pochi anni fa!

Carillon

Il mio splendido carillon vittoriano.
E tra il resto, a pensarci bene, è tutt’altro che inutile.
Come si fa a trascorrere le feste senza le melodie di Natale?
Il mio carillon ne ha ben trenta, le più famose melodie di Natale e del Nuovo Anno, comprese Jingle bells, Silent Night e We wish you a Merry Christmas.
E sì, lo accendo anche in altre stagioni, certo.
Ma in questi giorni di dicembre le due damine e due gentlemen girano e girano a ritmo di musica, che meraviglia!
Oh, non se ne lamentano, si tengono stretti alla giostra e se la godono.
E’ gente che sa stare al mondo questa, certo.
E queste sono i regali che piacciono a me.

I have the simplest tastes. I am always satisfied with the best.

(Oscar Wilde)

34 pensieri su “Gifts

  1. però che delusione quando si ricevono regali da amici o parenti stretti (marito…) che proprio fanno a pugni con il tuo essere… possibile dico io un po’ di attenzione in più per capire chi siamo? io quasi preferisco evitarli ci rimango troppo male e come dici tu… bastano anche cose di poco conto ma ricercate con il cuore solo per te!

  2. Bellissimo il carillon! E le sfere con la neve…ma quelle vintage e le vecchie bottiglie per il selz, e qualche bel libro che è piaciuto tanto a chi lo regala da fargli desiderare di condividerlo con te…
    Io di solito cerco di abbinare una cosa fatta da me e un oggetto acquistato che spero piaccia.
    Il regalo più impegnativo è stato un calender gift in cui ad ogni giorno corrispondeva un pacchetto, per un’amica che aveva bisogno di essere coccolata.
    I regali più belli ricevuti? Una raccolta di poesie scritte per me, uno specchietto con un frase incisa con il laser, la traduzione dal francese di un racconto di una scrittrice che amo inedito in Italia. Il peggiore…non lo dico 😉 bacioni

    • Sapevo che a te sarebbe piaciuto!
      Io ho spesso regalato cose fatte da me, in particolare ricami e anche qualche oggetto decorato con il decoupage.
      Il ricamo, come tu ben sai, richiede molto tempo e molta dedizione, per cui in genere lo destino a persone che sono certa che lo apprezzino, diversamente ci potrei rimanere molto male.
      I tuoi regali preferiti sono molto originali, soprattutto perché personali e pensati per te, proprio come dicevo.
      Bacetto Viv!

  3. Grandissima…condivido ogni tuo pensiero, anche io sono molto simile a te quando si tratta di fare i regali agli altri….il più delle volte ho fatto centro ingegnandomi con la mia creatività e lì si che sono rimasta soddisfatta del risultato.
    Per quanto riguarda i regali che ricevo…devo dire che sono più che soddisfatta, ormai la gente si è messa sulla mia stessa lunghezza d’onda 🙂 non tutti ovviamente, infatti a volte avrei preferito che quest’ultimi avessero risparmiato i loro soldi. Altre volte ho apprezzato un regalo con il tempo e questo si che poi ti sorprende 🙂

    • Indovinare un regalo non è mai casuale, per me è segno di attenzione.
      Anch’io sono soddisfatta di ciò che ricevo, quando non lo sono stata mi sono chiesta per quale motivo certe persone comprano qualsiasi cosa pur di darti un pacchetto, una cosa davvero inutile.
      Di apprezzare in seguito non mi è mai successo, che sorpresa davvero!

  4. Che argomentone quello dei regali, quante cose ci sarebbero da dire!
    Sembra una sciocchezza, ma fare i regali è davvero un’arte come hai detto tu Miss…per questo io credo di non esser assolutamente tagliato!
    Non amo nemmeno riceverli, tant’è che ad esempio quelli della feste o dei compleanni li apro sempre da solo per conto mio! Sarò un pò strano e di certo fuori dalle abitudini comuni, ma son così 🙂

  5. Anch’io preferisco farli i regali, mi piace dedicarmi al dono pensando cosa potrebbe essere davvero gradito, proprio come scrivi tu. Non mi dispiace neanche riceverli anzi….adoro le sorprese e gradisco soprattutto regali golosi. Recentemente ho ricevuto una confezione di cioccolatini di Zuccotti, il massimo! Questo è stato un regalo davvero azzeccato e apprezzato da tutta la famiglia….e poi devo dire che difficilmente ho ricevuto regali sgraditi, a me piace tutto purché il dono sia fatto con il cuore.
    un abbraccio Miss e buona serata.

    • Uh, i cioccolatini sono un regalo bellissimo, come tutte le cose buone, Sabry.
      Immagino che i tuoi regali siano speciali, spesso confezionati da te, un valore aggiunto.
      Un bacione carissima, buona serata a te

  6. eppure anche a me piace scartare i regali da solo ma solitamente non si fa. Non dico i regali che ti fanno in famiglia ma quelli che ti danno fuori.
    Il regalo più bello? Mah…forse il prossimo? Però sono molto legato ad una penna stilografica a stantuffo che mi hanno regalato i figli un decennio fa.
    Il più brutto? Forse qualche libro sbagliato, nemmeno buono per la stufa. Anzi, no: i regali più brutti sono state le 17 scatole di cioccolatini il giorno della mia prima comunione. Tsè…gli altri a ricevere orologi, calcolatrici, io solo cioccolatini.

    • Davvero scarti i pacchetti per conto tuo? Io a parte gli inglesi non ho mai visto nessuno farlo.
      Un classico della comunione era la macchina fotografica, diciassette scatole di cioccolatini sono un po’ tante, sì.
      E la penna stilografica per uno scrittore fumettista creativo come te è un regalo azzeccatissimo, direi.

  7. Sono d’accordo con te, non amo i regali “utili” o sentirmi chiedere “cosa vuoi”. Le sorprese fatte col cuore sono le più belle!
    …certo che quel librone…

  8. Sono perfettamente d’accordo il regalo dev’essere inutile.
    Non capisco le donne che sperano di ricevere un elettrodomestico.
    Oltre a regalare il “giusto” non è da trascurare la confezione, adoro i chiudipacco.
    Un carillon vittoriano come qualsiasi oggetto di quell’epoca credo proprio ti sia gradito.
    Buona giornata!

  9. Carissima, sono d’accordo con te…anch’io avrei preferito questo meraviglioso carillon vittoriano e ci mancherebbe!!
    Hughs and kisses, *Maristella*.

  10. Ho sempre voluto possedere un carillon vittoriano 🙂 no, davvero, è bellissimo Miss Fletcher! Io, se so che davvero una cosa è desiderata, la regalo “anche se” utile! Ma quello che mi manda in bestia è proprio quando uno tiene il pacchetto chiuso e dice di aprirlo dopo. Dopooooo?
    Comunque la presentazione del regalo è fondamentale perchè piaccia davvero e curo molto questo dettaglio.
    Ma non è per dire, posso apprezzare moltissimo un fiore colto apposta per me più che uno infiocchettato e fresco di fioraio; insomma bisogna vedere cosa c’è dietro ad un gesto, no Miss?
    Bacetti Susanna

    • Ah Susanna, quando verrai da queste parti ti farò sentire tutte le musichette, promesso.
      Anche a me questo fatto di non aprire i pacchetti lascia perplessa, mah!
      E sulla presentazione sono d’accordo, ho visto che anche tu hai apprezzato i pacchetti di Simonetta, secondo me vi siete trovate e ne sono contenta.
      Un bacetto Susanna!

  11. Anch’io adoro fare i regali, riceverli meno, perché spesso (anzi, quasi sempre), a meno che non sia io a richiedere esplicitamente qualcosa, le persone non ci azzeccano mai 😀
    Ps. La cosa degli inglesi mica la sapevo! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.