Happy new year!

Il primo giorno di un nuovo anno.
Benvenuto vento di gennaio, che tu sia gelido o tiepido come il sole d’inverno.
Benvenuto vento del mutamento, delle cose nuove e di quelle da conservare.
Ognuno porta con sé i propri ricordi, i sogni mai svelati, i progetti da costruire.
La musica e le note, i libri e le poesie, l’allegria e la nostalgia.
Il primo giorno del nuovo anno.
E’ tempo di guardare al futuro, è tempo di propositi.
Marcel Proust, questo è il mio primo pensiero.
La ricerca del tempo perduto, quell’opera monumentale  che ebbi l’idea di iniziare lustri or sono.
Un paio di capitoli, l’odore di biancospino.
Chiusi il libro e in breve tempo dimenticai le pagine già lette.
Ho già avuto occasione di raccontavelo, quando ripresi tra le mani il romanzo non ricordavo più una parola!
Una situazione incresciosa, a dir poco.
E in seguito io e Marcel Proust non ci siamo più rivisti, ogni tanto ci incrociamo, come due vecchi amici.
E sempre ci ripromettiamo di rincontrarci, una sera o l’altra, per riprendere vecchi discorsi interrotti.
Sapete come accade, no?
E insomma, credo sia giunto il nostro momento.
Ho pronto lo stampo e la ricetta per fare le madeleine, il tè aromatizzato, una candida tovaglia, tazze di porcellana e cucchiaini d’argento.
E spero che Marcel accetti il mio invito, ça va sans dire.
E poi il nuovo anno porterà a me antiche strade da percorrere, per me sempre nuove.
E sono contenta di sapere che verrete anche voi, ve ne ringrazio, siete tutti splendidi compagni di viaggio.
E allora questi sono i miei auguri per il nuovo anno.
Con un’immagine, una soltanto.
Ha nevicato a Genova, nel mese di dicembre.
E sapete, quel giorno mi sono messa a gironzolare per la città, per i caruggi e per le piazzette.
E poi giù, al Porto Antico, dove solitamente si trova la folla.
Ed era mattina, ero da sola a guardare i fiocchi che lievi si posavano sull’acqua del mare.
Una nevicata leggera, ma davvero non c’era nessuno in giro.
Le panchine deserte, le palme che ondeggiavano al vento, il selciato bagnato, il cielo pallido e lattiginoso.
Ho girato lo sguardo ed ho scattato.
E sono per voi quelle parole, ancora non sbiadite, che sono parte della frase scritta in terra per i caruggi, la storia d’amore narrata da Rosa Matteucci, della quale vi avevo parlato qui.
Il futuro, il domani, l’anno che nasce e porta nuova vita, la vita vera che ci attende.
Da Genova di mare e d’ardesia, di scale e di salite, da questa mia città, così mia che tante volte parla per me, a tutti voi buon anno dalla vostra Miss Fletcher!

La vita vera che ci attende

34 pensieri su “Happy new year!

  1. Cara carissima, presenza costante e certa, che fuga la solitudine e che fa sentire come questo mezzo, arricchisca di conoscenza sentimenti ed affetti…
    un augurio a te, che non sia quello sempre fatto, migliore del precedente …ma solo che sia un anno “normale” un anno che come tale diventerebbe davvero speciale!
    Un abbraccio forte forte
    Ps. Non ti ho potuto chiamare ho il cellulare spento, e non si sveglia hahahaha quindi rubrica inraggiungibile

    • Carissima Gingi, questo mezzo davvero arricchisce come tu dici, dona nuove conoscenze e nuovi mondi, belle persone che diversamente non si incontrerebbero, come sei tu, sebbene lontana sempre vicina!
      Un abbraccio amica mia, buon anno!

  2. Cara Miss, io l’anno l’ho iniziato dormendo, che e’ la cosa migliore. Infatti avevo avuto rassicurazioni che l’anno sarebbe arrivato anche me absente. Cosi’ ho approfittato e ho brindato, paludata di morbida flanella, con Morfeo. Non ricordo niente, ma e’ stato un dolce capodanno!

  3. Io ho in testa tante cose per i prossimi mesi, quest’anno non sarà facile ma lo affronto con un sorriso più deciso e il fatto di incontrare amiche virtuali come te è uno dei piaceri che spero mi riserverà il 2013! Bacioni e auguri!!! Vivi

    • Anch’io spero di incontrarti Viviana, non è un periodo semplice questo ma noi sorridiamo sempre. E per quanto mi riguarda se io so sorridere anche più di prima lo devo anche a molti di voi, a te sicuramente!
      Bacioni carissima!

  4. Carissima, ti auguro un ottimo anno. E basta.
    Per me lo sarà, e per di più avrò persone come te ad arricchirlo.
    A presto!

  5. buon 2013 cara Miss! sei stata una piacevole scoperta nel 2012 e continuerò a seguirti nelle tue poetiche descrizioni di genova, ti auguro un anno coraggioso e frizzante 🙂

  6. Tanti auguri e complimentissimi x i tuoi articoli cosi’ sapienti ed adorabili: ogni cosa che scrivi, per me e’ come “riguardare” cio’ che amo tanto e che tu valorizzi con vrande sensibilita’.
    Con tanto affetto, Laura Gioia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.