Da Boccadasse a Capo Santa Chiara, un pomeriggio di maggio

Sole, ieri Genova era di sole e di luce.
E a me piace stare all’aria aperta, ancor più in questa stagione non troppo calda, in certe giornate dal clima perfetto.
Sole, Genova di sole e di luce.
Una felpa, una giacca leggera e via, fuori a godersi il bel tempo con lo scooter che non usavo da un pezzo e che regala un impagabile senso di libertà.
Sono andata verso Boccadasse, già la conoscete, un luogo incantevole.
In  Corso Italia c’era gente  sulla spiaggia ad abbronzarsi, c’era chi si allenava e chi si godeva il suo ozio beato.
Inevitabile fermarsi a guardare il mare quando il suo colore ha questa intensità.

Corso Italia

Sapore d’estate.
Le cabine, i bagnanti, gli asciugamani stesi a terra, l’onda bianca e spumosa che lambisce la riva.

Corso Italia (2)

E Boccadasse, nella sua semplice bellezza.
Istantanee di vita quotidiana: le mamme con i passeggini, le voci allegre dei bambini, le coppie di fidanzati, un signore con il giornale tra le mani.
Le barche, il mare turchese.

Boccadasse

Una ragazzina che si ferma alla fontanella a giocare con l’acqua.

Boccadasse (2)

Prendo un gelato, cioccolato e pistacchio.
Mi metto in fila, attendo il mio turno e me ne esco con la coppetta in mano.

Gelateria

E  cerco un tratto di muretto tutto per me.
E mi ritrovo a considerare che alla fine è proprio questa la felicità: la capacità di saper apprezzare le piccole cose, la predisposizione a guardare ciò che di bello esiste nelle nostre vite.
Una passeggiata in riva al mare, un tratto di muretto tutto per me.

Boccadasse (3)

I panni stesi ad asciugare sotto il sole di maggio.

Boccadasse (6)

Su per le creuze, verso Capo Santa Chiara.
E il piccolo borgo marinaro è meta di molti genovesi: sui gradini, ad ogni angolo, ci sono dei ragazzi seduti per terra.
Hanno fogli e matite, disegnano, giovani artisti che ritraggono le case e le loro facciate dai colori caldi.

Boccadasse (4)

E osservo.
Forse anche Monet e Van Gogh  si sarebbero seduti su questi scalini, non credete?

Boccadasse (5)
E poi si arriva in cima.
E c’è un castello che ha certo una particolare magia.

Capo Santa Chiara

E Boccadasse: mi fermo qui, a guardare il mare.
Le panchine sono tutte occupate, non mi stupisce.

Boccadasse da Capo Santa Chiara (2)

E ancora un castello, il golfo.

Capo Santa Chiara (2)

Profondo blu.
E una sensazione di infinita felicità, solo per il fatto di essere qui.

Capo Santa Chiara (3)

Guardo tra gli alberi.

Capo Santa Chiara (5)
E intanto attorno a me istantanee di vita quotidiana: un ragazzo in calzoncini corti tira calci a un pallone, una giovane donna insegna al suo piccino a camminare.
E due anziani coniugi fanno la loro passeggiata e chiacchierano amabilmente.
Guardo tra gli alberi, oltre le palme.

Capo Santa Chiara (4)

Cammino ancora, tra queste case, profumo di fiori.

Capo Santa Chiara (6)

Rosso acceso, vibrante e intenso.

Fiori

E vasi, vasi che sono una fioritura splendente.

Capo Santa Chiara (7)

Le foglie che scendono, i bocci che si aprono, un angolo di paradiso.
E la felicità di essere qui.

Capo Santa Chiara (8)

Scendo per una creuza, giù per Via Urania.
Sono strette e impervie queste mattonate che portano al mare.

Via Urania

Mare, onde, sassi.
E c’è un sasso su uno di questi portoni.

Sasso

C’è il colore che si arrampica e si manifesta in tutta la sua splendida vitalità.

Fiori (2)

E poi d’un tratto la creuza si apre, eccolo l’azzurro.
Infinito, di aria, di luce, di mare che lascia respirare.

Mare

Risalgo, è tempo di tornare.
Ed evidentemente da queste parti le persone amano sedersi sui gradini, in mezzo alla creuza c’erano un ragazzo e una ragazza, lui si è alzato per farmi passare.
E sapete, un po’ mi è dispiaciuto averli disturbati ma entrambi mi hanno sorriso.
E’ questa la felicità, sedersi per terra insieme.

Via Urania (2)

E’ questa la felicità, guardare le rose che incontrano il cielo turchese sopra creuze di Capo Santa Chiara.

Rose

Annunci

59 pensieri su “Da Boccadasse a Capo Santa Chiara, un pomeriggio di maggio

  1. Che meraviglia, ho fatto lo stesso percorso molte volte,L’ultima l’anno scorso proprio a Maggio con mio figlio che partiva il giorno dopo per andare a lavorare in Francia, Che nostalgia.

    • Benvenuta Franca! Davvero, che meraviglia.
      E anche se non abito lì vicino mi ritengo davvero fortunata a poter passare un pomeriggio in un posto come questo.
      Incantevole è dire poco!
      A presto!

  2. Il post è magnifico, le foto superbe, ma i brividi che ho provato per la felicità che sai trasmettere insieme al tuo amore grande per Zena, quelli sono dovuti alla tua “radio libera” che con le sue onde giunge fino a noi…
    Aspettami, sto organizzando per provare a scarpinare con te…
    Ti ringrazio tanto tanto un sorriso

  3. Complimenti per le foto come al solito! Credo non esista mare più blu del nostro… Ho letto oggi che siamo anche al primo posto nella classifica italiana delle Bandiere Blu : )

      • Si dobbiamo essere fieri del fatto che abbiamo il mare migliore d’Italia.
        Ho letto i commenti sopra anche riguardo altre doti delle località di riviera, cioé i fantastici gelati! Il gelataio che c’è a Boccadasse forse ha cambiato gestione, mi ricordo parecchi anni fa un gelato sublime al gusto cocco e rhum, quando sono tornato di recente non ce l’avevano più! : (

  4. Le stradine di Boccadasse, le salitelle di capo Santa Chiara, via Urania … in quei luoghi tra mattonato e fiori alle finestre, a partire dai dieci anni, è iniziata la mia esplorazione del mondo, ogni giorno qualche passo più in là, ogni giorno oltre il limite del giorno prima, verso “le colonne d’Ercole” per imparare il respiro della libertà e dell’indipendenza …

  5. Da quelle parti tre estati fa ho trascorso una vacanza. La casa, a cui si accede da via al Capo di S. Chiara, potrebbe scorgersi dall’alto nella tua undicesima foto… Credo di averne accennato in un post su Boccadasse.
    L’anno scorso invece sono stata in quella “torretta” a cui si arriva da via Flavia, altra creuza meravigliosa… Beata te che puoi andarci quando vuoi!!
    Tiptoe

  6. Che meraviglia! Ci credo che con giornate così non si possa fare a meno di passeggiare per queste belle stradine o sul lungo mare. Anche io prendo la bici appena c’è un briciolo di sole e me ne vado in giro a cercare l’estate… Mi metto in coda per il gelato 🙂

    • Ah, che bello gironzolare in bicicletta nel verde!
      Ti dirò, forse questa stagione la preferisco all’estate, quanto è torrido si soffre un po’, no?
      Ti aspetto per il gelato e per quella mostra, bacioni Viv!

  7. E’ da tanto che non bazzico queste meravigliose zone pur abitando assai vicino. Grazie per avermi rinfrescato la memoria, immagini strepitose Miss! Sei davvero unica.
    un bacio

  8. Pingback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 14.05.13 | alcuni aneddoti dal mio futuro

  9. Non abito più a Genova ma grazie al tuo blog mi sembra di essere ancora lì. Ho fatto delle foto, da ragazzo ai gatti di Boccadasse proprio su quelle stradine e davanti ai portoni delle case. Sempre pulite ed ordinate. Quando c’è il sole è impareggiabile la nostra costa!!!

    • I gatti di Boccadasse, che bellezza!
      Mi fa veramente piacere leggere che queste immagini ti riportino alla tua Zena, grazie davvero di questo commento, sei veramente gentile.
      Buona giornata a te!

  10. Vedi cara Miss,tu hai colto il senso della vita!!!! Tante persone dovrebbero imparare a prendere la vita cosi’ come fai tu,con semplicita’ e trasparenza!!!! E invece,lo sappiamo bene,cara Miss,quanta gente cattiva,invidiosa,stupida e gretta ci circonda,alle volte!!! Persone che crediamo amiche e che invece si dimostrano l’opposto!!! Tu conosci le mie esperienze e io le tue!!!! invece,tutti,dico proprio tutti,dovrebbero accontentarsi delle cose semplici della vita, andare a guardare il mare e il cielo,s entirsi in sintonia con l’universo e non marcire di rabbia e invidia!!!! Come al solito post bellissimo e foto splendide.Continua cosi!!! Rimani cosi’ come sei,sincera,trasparente e pura!!!! Baci!!!!!

  11. che belle foto,! io in tempi lontani abitavo da quelle parti,andare a prendere il gelato ( e che code ,era il piu buono in assoluto) a Boccadasse ero quasi un rito ma dovuto regalato a noi mortali fortunati di abitare li vicino o perlomeno non troppo lontano .i ricordi sono tanti e piacevoli a farli riemergere .quando il mare era grosso, grosso gli spruzzi arrivavano persino sulla stradina che porta al castello .. il rumore delle onde che si infrangevano sugli scogli , il profumo della salsedine il vento che scompigliava i capelli e le risa della gioventù ..tutto passa, ma almeno lasciatemi i ricordi!!!!ciao miss oggi ho visto un cancello grande e bello arrugginito nel modo piu assoluto e una trave che andava da una casa all’ altra anch’essa arrugginita ..mi sei venuta in mente ciao

    • Anche mia mamma abitava da quelle parti da piccola, anche lei lo ricorda come un paradiso, vi capisco, Boccadasse è proprio speciale.
      Ah, che bello leggere che mi hai pensata! Un abbraccio Gabriella, grazie!

  12. Ho fatto proprio una bella passeggiata in tua compagnia è stata molto piacevole grazie della compagnia e di avermi illustrato ogni angolo ogni scorcio.
    Miss mia cara Miss al prossimo gelato allora Ciao

  13. quante volte sono passato di li…creuze,rampe,fiori,azzurro e oltremare…gelato dalla Latteria Igenica da “Medeo” o dalla Tartana,e poi su fino a Vernazzola,il borgo di Sturla e gli scogli sotto al castello…oggi però la vedo dura…ma il mare quando piove e’ uno spettacolo lo stesso…un saluto e alla prossima

  14. rieccomi… vedi, Miss, questo post, nella sua semplicità raccontata ed illustrata, è bellissimo… e poi ti sorprendi per il 1.000.000 di visualizzazioni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.