Sul campanile di Sant’Agostino

Guardare il centro storico di Genova dall’alto è un’esperienza che sempre regala stupore e meraviglia.
E magari anche a voi potrebbe capitare di trovarvi un giorno su un terrazzo che affaccia su certi tetti e sul campanile di Sant’Agostino, da lì ho scattato questa fotografia.

Campanile di Sant'Agostino (2)

Io oggi vi porto lassù, in cima al campanile, la costruzione è parte del convento degli agostiniani che risale al XIII secolo.
Ai nostri tempi l’edificio ospita il Museo di Sant’Agostino, vi si trovano sculture, affreschi ed opere d’arte, qui sono conservate le preziose madonnette che nei secoli passati erano collocate nelle edicole del centro storico.
Ringrazio il direttore del Museo di Sant’Agostino che mi ha permesso di salire sul campanile, non è sempre possibile salire lassù, il campanile è accessibile in particolari occasioni e vi consiglio di prestare attenzione alle aperture straordinarie, da lassù si gode di un panorama imprendibile.
Un ringraziamento va anche alla mia cara amica Mary, devo a lei questa mattinata che ieri ho trascorso sopra le ardesie, così in alto.

Campanile di Sant'Agostino (3)

E sapete, quel terrazzino dal quale si vede il campanile è davvero a poca distanza da Sant’Agostino eppure le due prospettive sono completamente differenti.
E’ la bellezza di Genova, è sufficiente spostarsi di pochi metri e tutto muta.
E per fortuna l’ascesa al campanile è poco faticosa, così questa volta non mi è toccato combattere con le vertigini.

Campanile di Sant'Agostino (4)

Sono arrivata proprio là, in cima, tra quelle colonnine di marmo.

Campanile di Sant'Agostino (5)

E poi, appunto, è sempre una questione di prospettive, da qui ho guardato la città, in cerca di luoghi che conosco bene.

Campanile di Sant'Agostino (6)

Da qui si ammirano i piani alti delle case di Piazza Sarzano.

Campanile di Sant'Agostino (9)

E poi il tetto spiovente d’ardesie e laggiù San Salvatore e uno spicchio di mare.

Campanile di Sant'Agostino (10)

Un tempo su queste case e su questa piazza risuonava il tocco della campana, oggi lo spazio che la ospitava è vuoto.

Campanile di Sant'Agostino (11)

E poi ancora, comignoli, tetti, finestre, un cielo minaccioso che sovrasta la basilica di Carignano.

Campanile di Sant'Agostino (12)

E la modernità a volte fa da sfondo alla città vecchia.

Campanile di Sant'Agostino (13)

Le alture, le case al di là delle bifore.

Campanile di Sant'Agostino (14)

Tetti di caruggi e vetri di grattacieli, spicca il teatro Carlo Felice.

Campanile di Sant'Agostino (15)

Genova oltre le ardesie e i tetti spioventi.

Campanile di Sant'Agostino (16)

E nell’angolo a sinistra nella foto sottostante uno scorcio del campanile di San Donato, al centro la cattedrale di San Lorenzo e la bianca Torre dei Maruffo.

Campanile di Sant'Agostino (17)

Misteriosa Genova, vista dall’alto, nel silenzio del cielo di marzo, le sue vedute incantano.

Campanile di Sant'Agostino (18)

La città dei tetti e del campanili, in questa immagine si riconoscono San Silvestro e Santa Maria in Passione con la sua cupola verde.

Campanile di Sant'Agostino (19)

Le prospettive mutano a seconda del punto di osservazione e puoi ammirare il campanile che svetta sopra di te.

Campanile di Sant'Agostino (20)

Oppure puoi essere lassù in cima e puoi tentare di riconoscere certe geometrie, è il fascino dell’altezza.

Campanile di Sant'Agostino (21)

Ed io quando sono in posti come questo rimarrei lì a guardare, a tentare di ritrovare ogni singola casa, ogni caruggio e ogni tetto.
E’ la magia di guardare la città da un punto di vista così insolito.

Campanile di Sant'Agostino (22)

Molto presto vi porterò nelle sale del Museo di Sant’Agostino, le sculture che vi sono raccolte narrano storie di questa città, sono preziosi tasselli del nostro passato.
Ho voluto iniziare così, salendo lassù.

18

Ho voluto mostrare anche a voi Genova la Superba dal campanile di Sant’Agostino.

Campanile di Sant'Agostino (23)

Annunci

38 pensieri su “Sul campanile di Sant’Agostino

  1. Non perchè da quelle parti si trova la Facoltà che mi ha permesso di fare un percorso di studi indimenticabile, ma trovo che sia una delle zone più belle di tutto il centro storico di Ge. Poche ce ne sono così.
    Ti consiglio anche di visitare, se possibile, la parte antica della Facoltà di Architettura. Ne rimarrai meravigliata……

    E grazie per regalarci sempre emozioni.
    Buona giornata
    Enza

    • Sì, anche per me quella zona di Genova è particolarmente bella e suggestiva, la facoltà di architettura merita certo una visita, prometto che presto arriverà.
      Buona giornata a te Enza, un abbraccio!

  2. che belle foto !!! io mi ripeto nei complimenti ma tu mia cara miss ti ripeti in queste bellezze antiche ma anche nuove per chi non le ha mai viste , sono commossa dal tuo amore per Genova ,dovrebbero farti Sindaco o perlomeno i nostri primi cittadini dovrebbero nutrire questi sentimenti .. avrebbero bisogno di venire a lezione da te. un abbraccio buona giornata

  3. Magnifico reportage e voglia di salirci su quel campanile. La prospettiva del campanile fotografato dal cortile interno è stupenda. Ciao Miss! Grazie per condividere queste meraviglie Genovesi! 🙂

  4. Quello che ammiro di te è la condivisione, far partecipare tante persone delle tue impressioni, della tua gioia ,saper dare e far vivere insieme a te esperienze uniche perché , non sono accessibili,a tutti………………………banale penserai altrimenti non avresti un blog……………………………………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ma è quello che penso, grazie.
    Ciao

  5. Amo il chiostro triangolare di Sant’Agostino, il campanile e il museo sono davvero belli… non vedo l’ora di leggere il tuo post sul museo!
    Le foto all’interno del campanile sono interessantissime, mi sono sempre chiesta come fosse l’interno e la vista da lassù… grazie!

    • Anche a me piace tanto Sant’Agostino, c’è davvero la storia di Genova in quel museo, come camminare per certe strade e vedere cose che non ci sono più.
      Sono contenta di averti mostrato la vista dal campanile, quando lo aprono vacci anche tu, merita davvero!
      Grazie a te Kiki, passa una bella serata.

    • Ciao Emanuela, benvenuta qui!
      Certo che conosco Sant’Olcese e il salame più buono del mondo, come dimenticarsene.
      Sì, Genova è speciale davvero, hai ragione!
      Grazie, buona serata.

  6. Miss, di sopra, di sotto e di lato, Genova è sempre bellissima… e quando il mare s’infuria, dev’essere perché lui la può solo baciare… (troppo hot?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.