Negozi del secolo scorso per aspiranti musicisti

Ah la musica, per suonare uno strumento ci vuole una certa predisposizione!
E se io fossi un’ambiziosa signorina del secolo scorso e volessi dilettarmi con le sette note, come potrei fare per trovare ciò che fa per me?
Questa città offre tutto ciò che occorre, credetemi, basta sfogliare la celebre Guida Pagano, la mia edizione è del 1926.
E come già vi ho detto, vi sono indicate tutte le categorie commerciali e pertanto una corposa sezione è dedicata agli istrumenti musicali.
Da Ponticello a Vico di Mezza Galera c’è un’ampia scelta di negozi, non temete!
E sapete?
In Porta dei Vacca ci si può servire da Signor Pillione, lui produce orgogliosamente in proprio mandolini e chitarre.
Poco distante, in Via del Campo, trovate la Signora Giuseppina Agostini, Via del Campo era strada di musica e note molto tempo prima che Fabrizio De André la rendesse universalmente celebre con la sua canzone.
Ma torniamo a noi, queste signorina del secolo scorso ha un’aspirazione segreta: saper suonare il pianoforte, sfiorare i tasti bianchi e neri e far nascere dal movimento delle dita un’armoniosa melodia.
E allora che fare? Ma certo! In Piazza Fontane Marose c’è ciò che fa al caso mio!
Pianoforti, pianole e rulli sonori traforati, che bellezza!
E accettano anche pagamenti a rate!
Ovviamente per le lezioni di piano conto di mettermi quell’abito e quel vezzoso copricapo.

Musica 1

Ah, comunque in questa città non manca proprio nulla e non si può certo tralasciare il negozio di De Bernardi, si trova nella centralissima Via San Luca.

Musica 2

E sì, viole, violini e violoncelli.
E non solo!
Qui si trovano i più rinomati mandolini, certo.
E poi ho da confessarvi che in quel negozio vendono quello che per me è un vero e proprio oggetto del desiderio, sospiro solo a pensarci!
E non sono neanche la sola, tutte le volte che mi trovo in San Luca c’è sempre qualche curioso che come me sbircia in quel bel negozio, siamo tutti affascinati da certi congegni così particolari.
E insomma, se volete rendermi felice regalatemi una macchina parlante, è il mio sogno, la vendono nei caruggi, presso la rinomata Casa Musicale Giuseppe De Bernardi.
Musica 3

25 pensieri su “Negozi del secolo scorso per aspiranti musicisti

  1. E che cosa sarebbe esattamente? Un grammofono? Sai che piacerebbe anche a me possederne uno con la mitica manovella? Che tempi! E comunque sono certa che con quei vestitini avremmo fatto la nostra figura 🙂 baci

    • Il fonografo, una macchina che parlava e ripoduceva il suono, che bellezza!
      Dici che trovo un estimatore che me la regala 🙂 ?
      Quei vestitini sono una delizia, sapevo che ti sarebbero piaciuti, cara.
      Bacioni!

  2. Pensa, proprio due giorni fa sono scesa in cantina con il mio compagno per riesumare il vecchio giradischi di suo nonno. La qualità audio non sarà quella dei moderni mp3, ma vuoi mettere il fascino? Il gesto delicato che accompagna la puntina a cercare il solco più vicino al bordo, quei pochi secondi di strani scricchiolii prima che la musica cominci, e la consapevolezza che questo aggeggio magico ha una lunga vita alle spalle…
    Che belli gli antichi istrumenti musicali e le macchine parlanti…
    Buona giornata 🙂

  3. Cara ambiziosa signorina del tempo che fu, grazie per averci portato per mano a fare una magnifica ricerca musicale nel passato della nostra magnifica città! ❤

  4. E mentre iniziavo a leggere questo tuo post, avevo già dato intimamente la risposta alla tua domanda: ma un pianoforte, certamente! Al massimo avrei visto bene la spinetta di Beth March in Piccole Donne.
    E sono sicura che un negozio simile attiri la tua attenzione e non solo la tua, cara Miss Fletcher!
    Baci Susanna

  5. Come vorrei essere una signorina di buona famiglia di quei tempi là, per avere soldi e tempo da dedicare alla musica. Ecco, forse allora non sentirei la mancanza di un blog

  6. Grandi notizie per me, che ancor oggi ricordo quanti di questi negozi cosi’ splendidamente importanti sono spariti!….erano diversi s’intende, ma le scuole, gli istrumenti in bella mostra sono oramai nella sfera dei miei ricordi….

  7. Ho guardato tra le mie vecchie guide, per vedere se trovavo qualche negozio. Nella guida del 1892, vi sono due categorie, editori e negozianti di musica, questo è l’elenco: Sanguineti e Lavagnino già Garibaldi, via Carlo Felice, nu.36r. Rebora Enrico, via Cairoli, 7r. Gasparini Francesco, vico dei Migliorini 11 int. 2. Capurro Andrea ( Editore), via della Maddalena, 50. e in ultimo il grande amico di G.Verdi Cav. Giuseppe Bossola, largo di via Roma.
    Il Bossola aveva ilnegozio dove oggi c’è la Sala SIvori, in questo negozio si trovavano spesso il Verdi e il maestro A.S. De Ferrari e anche il maestro Sivori era un assiduo frequentatore del negozio.
    l’800 è il periodo che più mi affascina, e quando scrivi i tuoi articoli su questo periodo li seguo con particolare attenzione

    • Eugenio, che meraviglia!
      Del Bossola ho visto lo splendido cartoncino che hai sul tuo sito, qua bisogna procedere per categorie commerciali, è fantastico scrivere e leggere dei negozi di quel tempo.
      Un abbraccio grande a te!

  8. Miss, la posizione del viso nel disegno della prima pubblicità, mi ha fatto venire in mente la foto che correda la tua intervista al Secolo XIX, foto che grosso modo ritrae il tuo volto in posizione molto simile, benchè invertita… sono perciò andato a rivedermela e, visto che nei commenti lodi quel tipo di abbigliamento d’antan, ti ho tolto la sciarpa rossa, ti ho messo il “vezzoso copricapo” e per quanto potevo, perchè la foto inquadra solo il tuo viso, ti ho fatto pure indossare l’altrettanto vezzoso abito… lo sai che stavi benissimo? certo, così agghindata mica avresti potuto girar per gli equivoci caruggi d’antan… così agghindata avresti potuto solo suonare il piano…

Rispondi a sertava Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.