I gatti rossi di Fontanigorda

Ieri sfogliando le mie foto mi sono accorta di una grave mancanza, non vi ho mai presentato i gatti rossi di Fontanigorda!
E così rimedio subito, questa è una carrellata di mici molto speciale.
Anzitutto se si parla di gatti rossi non posso che cominciare da loro, i due fratellini nati un paio di anni fa tra il verde della Val Trebbia.
Erano entrambi vivaci e piuttosto giocherelloni!

Gatti rossi

E poi si sa, l’unione fa la forza, quando si è un due si trova sempre il modo di divertirsi.

Gatti rossi (2)

E dopo aver giocato resta il tempo per schiacciare un pisolino, i muretti comodi a Fontanigorda non mancano.

Gatti rossi (3)

Un riposino e poi via, si torna a presidiare la staccionata!

Gatti rossi (4)

I gatti rossi a Fontanigorda sono stranamente tanti, me ne sono accorta nel corso della passata estate.
Si tratta per lo più di foresti, di pigri villeggianti che come me trascorrono i mesi della calura al fresco della Val Trebbia.
Lei la conoscono tutti, abita proprio al centro del paese, si chiama Carotina e si accomoda spesso e volentieri davanti alla porta di casa.

Gatti rossi (5)

Si accoccola lì di fronte e non la smuove più nessuno!

Gatti rossi (6)

E poi ancora, casuali abbinamenti perfetti, gatto rosso con Cinquecento rossa.

Gatti rossi (7)

Ed ecco una dolce amorevole mammina.
D’accordo, non fa parte della categoria protagonista di questo post, però anche lei ha tracce di pelo fulvo e allora la metto qui con i suoi piccini che sono invece neri come il carbone.

Gatti rossi (8)

Una salita, l’erba fresca e un pelosissimo e altero gatto che sale mollemente su per i gradini.

Gatti rossi (9)

Una vita faticosissima eh?
D’altra parte quando fa caldo rifugiarsi sotto a una panchina mi pare un’ottima idea!
Con tutto quel pelo, poi!

Gatti rossi (10)

Una nuvola di rossa pigrizia davanti alla porta di casa.

Gatti rossi (11)

Questi sono i gatti di una persona che conosco e non ci sono neanche tutti, ecco qui parte dell’allegra combriccola, sono tutti gatti di razza, in poche parole si tratta dell’alta società felina della Val Trebbia, si può dire così, no?

Gatti rossi (12)

E ancora, giù per una strada che finisce nei prati, c’è una villa dove abitano diversi mici.
Sì, anche loro sono turisti.
E anche in questo giardino si fanno piacevoli incontri, tuttavia il primo approccio è decisamente diffidente.

Gatti rossi (14)

E poi si passa a una guardinga cautela, come recita l’adagio, fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio!
E come dargli torto?

Gatti rossi (13)

Una volta intuito che non c’è proprio nulla da temere prende il sopravvento una serena indifferenza.

Gatti rossi (15)
E oltre a questi a Fontanigorda ci sono tutti gli altri gatti, grigi, neri e tigrati, quelli che nascono lì se ne vanno a zonzo alla scoperta del mondo, molti trovano una nuova casa e una famiglia e magari tornano in paese come villeggianti.
E tra i tanti gatti della Val Trebbia ci sono anche loro, i gatti rossi di Fontanigorda.

Gatti rossi (16)

31 pensieri su “I gatti rossi di Fontanigorda

  1. Io amo i cani, ma questi gatti rossi sono una meraviglia! Sembrano possedere una grande saggezza. E che dolcezza nello sguardo dell’ ultimo gattino! Come sei brava dear Miss ad averla saputa cogliere nella tua immagine. Un abbraccio.

  2. Bellissimi! Ho avuto anch’io due gatti, ho un ricordo dolcissimo di quando mi svegliavano all’alba per …la colazione….e il rimpianto di non avergli dato abbastanza …pesce….come per le persone quando non ci sono più …ho questo genere di rimpianti….mah…forse sono andata fuori tema….scusatemi…

  3. I gatti sono meravigliosi! Peccato che in città ne girino pochi ormai! Infatti è in vacanza che li incontro spesso; alcuni si lasciano avvicinare per una dose di coccole, altri scappano impauriti anche se solo si tenta un timido e garbato approccio…ma una fotografia quasi tutti se la lasciano fare! Un abbraccio, mia cara Miss 🙂

    • Sì, una foto più o meno se lasciano fare quasi tutti, a parte quelli che vanno a nascondersi in fretta e furia…tra i gatti dell’alta società uno si è infilato nella cascina e non si è più fatto vedere, mica ci sono riuscita a fargli la foto!
      Un abbraccio a te Barbara, grazie.

  4. I gatti sono animali splendidi e così indipendenti (ma ugualmente bisognosi d’affetto). Sembra poi che nei paesi siano colore locale. Immancabili. Un paese senza gatti è folkloristicamente incompleto

  5. il 2 marzo 2012 è volata via la mia amica più cara,. Aveva un bellissimo gatto rosso che si chiamava semplicemente” il rosso” , che ora vive felice in un’altra casa, con altri due amici gatti.
    Per questo il tuo post mi ha suscitato così tanta commozione. Da un gatto a pelo rosso a mille ricordi di amicizia e di amore. Grazie, come sempre, per la sensibilità di ogni tuo scatto….Emanuela

  6. Uno più bello dell’altro! I due piccolini che giocano sono uno spasso, per non parlare del gatto enorme e pelosissimo che si aggira per le stradine come un vero “re”… fantastici 😉 Buona giornata!

  7. Pingback: I gatti neri di Fontanigorda | Dear Miss Fletcher

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.