L’angioletto più gioioso dei caruggi

Da qualche parte, nei vicoli di Genova, potrebbe capitare anche a voi di vedere l’angioletto più gioioso dei caruggi.
E’ un tipetto particolare ed è collocato in un punto dove bisogna attendere l’istante perfetto per poterlo fotografare, la penombra di certi luoghi a volte rende tutto complicato.
In alcuni momenti, invece, i raggi del sole sono davvero d’aiuto.
E no, non è questo il motivo per cui ho deciso di insignirlo di quel titolo, la ragione è ben diversa.
Sapete, io uno come lui credo di non averlo visto mai.
E non so neanche se sia antico e se dalla sua posizione privilegiata abbia veduto lo scorrere del tempo e il fluire degli anni.
E’ un piccolo angioletto, per me è comunque prezioso e allora mi perdonerete, non ho davvero intenzione di precisare dove si trovi, le cose fragili e in qualche modo rare vanno protette, così ho promesso all’angioletto di mantenere il segreto.
Sapete, a me piace trovarlo sul quel muro, in quella postura così insolita per uno come lui.
E se potesse parlare so cosa direbbe:
– Dai, giochiamo?

Angioletto

Ali aperte, un piedino contro il muro e l’altro proteso in avanti, le braccia ripiegate e le mani dietro la nuca.
E poi riccioli ribelli, guance paffute, un sorriso appena accennato.
E forse da queste foto non sembra ma vi assicuro, è davvero piccino!
E insomma, se la tua giornata inizia con un incontro come questo non potrà che essere bella, non sembra anche a voi?
Eh sì, i suoi simili in genere sono immortalati in altre maniere, lui invece secondo me se la spassa, cincischia e si riposa.

Angioletto (4)

Quando vi trovate nel centro storico guardatevi intorno, magari anche voi incontrerete il mio piccolo amico.
E mi raccomando, se già sapete dov’è, ssst… silenzio, non scrivetelo qui e non ditelo a nessuno, mantenete anche voi il segreto!
Se lo vedete portategli i miei saluti e ditegli che la Miss lo pensa sempre, per lui c’è un posticino speciale nel mio cuore.
E non potrebbe essere altrimenti, lui è l’angioletto più gioioso dei caruggi.
Tra ombra e sole, una piccola, preziosa bellezza genovese.

Angioletto (3)

32 pensieri su “L’angioletto più gioioso dei caruggi

  1. Sai che visto frontalmente sembra un piccolo bambin Gesù nella greppia. Semplicemente delizioso…solo tu avresti potuto accorgerti di questo piccolo amico gioioso. Se torni a salutarlo portagli anche il mio di saluto. 🙂 buona domenica carissima!

    • No cara, non lo ritengo proprietà privata, ma le cose belle sono da difendere e a volte penso che sia meglio non essere troppo espliciti, penso che tu possa capire.
      Se avremo occasione di incontrarci ti porterò a salutarlo, buona domenica Orietta!

  2. e da domani camminerò per i vicoli ancora di più con il naso all’aria…..e cercherò questo angioletto . Camminerò ancora più distratta da chi ho davanti, perchè cammino sempre con il naso in su, o magari voltata indietro, come se, dietro, avessi perso chissà cosa.
    Dovrò scusarmi ancor più volte con le persone contro cui vado a sbattere….e mica tutti capiscono e sorridono, sai ? Trovi anche quelli che ti tengono sermoni di ore, per la tua disattenzione…..
    Ma ti trovo, angioletto, soprattutto perchè io credo agli angeli!
    Emanuela

    • E camminare per Genovaa con il naso per aria è la scelta giusta, cara Emanuela, lo sappiamo bene!
      Oh, sono certa che troverai il mio angioletto preferito cara, se un giorno ci troveremo potremo sempre andare insieme da lui, che ne dici? Un abbraccio e buona domenica a te!

  3. Bello, che bella chicca che ci regali!I Carrugi di Zena sempre loro non finiscono mai di abbagliarci con le loro preziose storicità….ma brava Tu a a scovarle,questa dell’Angioletto poi è carinissima e segretissima grazie Miss un abbraccio un augurio per oggi!!!:)
    Ps: Forse che dici mi devo raccomandare a una mia cara amica S. per conoscere il luogo segreto dell’ Angelico Putto???

  4. Si è davvero una piccola grande cosa preziosa per l’anima! Grazie per aver condiviso la tua emozione ed il tuo poetico sentire! Giusta anche la scelta di salvaguardarlo e di farlo conoscere solo a tu per tu! ❤

  5. Con le mani intrecciate dietro alla nuca sembra voglia dire: adesso voglio vedere se mi trovi. E se la sta godendo un sacco, specialmente ora che tu cara Miss hai saputo incuriosire tutti noi. Ma come ben dici, forse non è importante sapere dove si trovi, perché questo mistero riaccende il desiderio di andare a scoprire tanti luoghi, tanti particolari che si trovano un po’ ovunque, basta saperli cogliere.

  6. questo delizioso angioletto ,mi ricorda una canzone di Renato Rascel , che dice che gli angioletti su nell’azzurro cielo , giocano a calcio con i palloncini che sfuggono di mano ai bambini ,e questi palloncini sono contenti di salire in cielo perchè li’ e ‘ la loro casa ..ecc. forse Rascel si e’ispirato a questo espressivo puttino . Mi piacerebbe sapere dove si trova , non e’ Miss carissima che puoi sussurrarmelo nell’ orecchio ? ciao carissima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.