Amore e precarietà

A volte, la precarietà.
E l’amore.
Eppure tu sei qui, vicino a me.
Eppure, sai, a volte mi assale una sensazione di vuoto.
Come se.
E tutto mi sembra labile, instabile e passeggero.
Come se.
Come se fossimo appesi a un filo.
Puoi capirmi?
Eppure io lo so, tu sei qui vicino a me e resterai.
Qui, così.

Mollette

Piazza della Giuggiola

16 pensieri su “Amore e precarietà

  1. La drammaticità di una poesia d’amore….il concetto di labilità e precarietà di una storia d’amore e….cielo: ho i panni stesi fuori e tira un vento esagerato! 🙂
    Miss Fletcher mi hai riportato alla dura realtà casalinga. Ma per un attimo mi sono sentita leggera, sognante e svagata.
    Baciotto Susanna

  2. Due mollette cosa possono sprigionare ha chi ha tanta fantasia, bello bellissimo,
    mi hai fatto pensare , anche a me a volte succede di far vivere gli oggetti nella mia fantasia, complimenti………brava bravissima. Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.