I miei libri, i miei amici

Leggere è un’emozionante avventura che ti permette di viaggiare in territori sconosciuti e di incontrare visi a te ignoti, se l’autore ha talento e genialità alcuni di questi volti resteranno per sempre nella tua memoria e diverranno amici che ogni tanto vorrai rincontrare.
E non esistono una sola Emma Bovary e un solo Huck Finn, ogni lettore ha una diversa sensibilità, un differente modo di percepire emozioni e sensazioni, ognuno di noi immagina i protagonisti dei libri in maniera del tutto unica, ognuno ha la propria Emma e il proprio Huck.
E’ lo straordinario privilegio di noi amanti della lettura, noi abbiamo dei mondi tutti nostri e non importa se alcuni non capiscono cosa intendiamo dire, a noi va bene così.
Io amo leggere, in estate mi piace anche farlo all’aperto, mi basta avere il mio libro e non mi accorgo neanche più di ciò che accade intorno a me.
E l’altro giorno me ne sono andata a leggere su una panchina, c’era il vento, in questa estate calda, c’era l’aria che fischiava tra le foglie e tra i rami degli alberi.
E d’un tratto, mentre ero immersa in quelle parole, un’ospite inattesa ha fatto il suo debutto, a pagina 205.

Libro (2)

Del resto si sa, noi lettori siamo creature fortunate, proprio per quella faccenda della quale parlavo prima: i nostri universi immaginari racchiusi tra le pagine dei nostri libri.
Ci destreggiamo tra epoche e scenari diversi, un giorno potreste trovarci immersi nello fosche atmosfere di un castello in Danimarca e il giorno successivo potremmo andare a finire in una strada newyorkese congestionata dal traffico, siamo così noi lettori, non conosciamo confini e neppure ostacoli.

Libro (4)

E a dire il vero quando abbiamo tra le mani un libro che amiamo non vediamo l’ora di arrivare in fondo ma allo stesso tempo non ci piace affatto l’idea di terminare quella lettura, in un certo senso vorremmo che quel libro non finisse mai.

Libro (3)

E per l’appunto alcuni autori diventano come degli amici cari, ogni tanto torniamo a trovarli.
E’ questo il caso, il libro che sto leggendo è il racconto coinvolgente di un viaggio in una terra distante: In un paese bruciato dal sole. L’Australia raccontata da Bill Bryson.
Non è la prima volta che lo leggo, lui è uno degli scrittori contemporanei che amo di più, a lui ho già dedicato questo post.
Vuoi andare dall’altra parte del terra? Ti ci porta lui, il mio amico Bill, con una scrittura attenta, divertente e originale.
Noi che amiamo i libri non siamo neanche certi di saper trovare la maniera per spiegare quale entusiasmante avventura sia per noi la lettura.
Semplicemente non ci bastano le parole e non vorremmo scordare qualche emozione, qualche sobbalzo interiore difficile da narrare.
No, non sappiamo spiegare  l’amore per i libri e qualunque cosa sia sta tutta lì, nella frase di Bill Bryson che per caso è rimasta in uno dei miei scatti: è anche meglio.

Libro

24 pensieri su “I miei libri, i miei amici

  1. Hai ragione, esistono tanti personaggi quanti sono i lettori e rileggendo una storia cambiano anche per il medesimo lettore. Siamo noi ad informare il testo, a dare un volto ai personaggi, a operare una trasfusione tra la nostra vita e la pagina scritta. Bacioni cara e buone letture!

  2. leggere in ogni stagione……in estate, all’aperto , con il sole, il cielo azzurro, l’aria frizzantina della campagna e, se sei fortunato, una coccinella che si posa, gentile, sulla pagina di un libro, del tuo libro.
    Poi c’è leggere in inverno, o verso la fine dell’autunno, quando alle cinque è buio ed io, che detesto quel periodo dell’anno (…perchè mi manca la luce), mi consolo leggendo rannicchiata sul divano, con addosso il mio ” famoso ” – ed orrendo….” plaid da divano”, con accanto, sul tavolino, una tazza di tisana, che ogni tanto mi scalda le mani, sempre che non sia troppo presa dal libro da non accorgermi che diventa fredda e da scordarmi anche come mi chiamo.
    Amare la lettura è aver ricevuto un dono.
    Secondo me la signora coccinella voleva proprio dirti questo…tu hai il dono, che bello!
    un abbraccio
    Emanuela

  3. Non c’è amico migliore di un buon libro! È sempre con te, nei momenti belli ma soprattutto nei tempi tristi. Ti consola, ti fa viaggiare, ti apre al mondo e alla vita.
    Noi lettori siamo fortunati Miss!

  4. Al mare o ai monti, il libro è un compagno straordinario,silenzioso ma Interessantissimo.Dall’inizio dell’estate ,io e i libri siamo ancora più amici e ci separiamo solo per un torneo di bridge, per altro quotidiano.Ma il libro non è geloso non mi tiene il muso se gioco a bridge,è sempre lì pronto per me.sono d’accordo con lei ,ognuno di noi vede i personaggi con i suoi occhi e il suo modo di sentire.Saluti affettuosi in val Trebbia da Anzio.

  5. Miss, se fossi una coccinella o un qualsiasi altro insetto, non mi poserei mai sulla pagina di un libro che un lettore sta leggendo… intenzionalmente o per caso, una chiusura energica del tomo, può sempre capitare…

Rispondi a Pendolante Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.