Via San Luca, un’edicola per San Vincenzo Ferreri

Vegliano sulle case e sui muri antichi, sulle vie che ogni giorno frequentiamo, sono le immagini sacre collocate nelle edicole della città vecchia: oltre agli sguardi della Madonna sui genovesi si posano anche gli occhi di uomini che portarono nel mondo la parola di Dio.
In Via San Luca, sull’angolo di un antico palazzo, c’è un’edicola che ospita un marmo raffigurante San Vincenzo Ferreri e le sue buone opere.

Via San Luca

Nativo di Valencia, il devoto Vincenzo fu domenicano e fervente predicatore, visse tra la seconda metà del ‘300 e gli inizi del ‘400.
Le vite dei Santi hanno sempre tratti epici ed avventurosi, sono testimonianze di coraggio e di fiducia, di amore per il prossimo e di lungimiranza.
Le vie della fede condussero Vincenzo anche sulle strade di Genova, egli predicò nell’antica chiesa dedicata a San Domenico che un tempo si trovava nell’area dell’attuale Piazza De Ferrari.
In questa città di mare e di porto coloro che ascoltano la parola di Vincenzo Ferreri provengono da ogni parte del mondo.
Ed è il miracolo: egli parla nella sua lingua e ognuno lo comprende nella propria.
È rigoroso il domenicano, tuona contro gli eccessi di vanità e predica la modestia dei costumi.
Confida nella misericordia divina, nel tempo di una paurosa pestilenza vive in mezzo agli umili, prega per i malati e li confessa.
Sembra non temere nulla, le sue preghiere accompagnano le processioni per le vie della città.

San Vincenzo Ferreri

E così, molto tempo dopo, in uno dei caruggi della città vecchia si volle ricordare la figura di questo santo e i suoi gesti generosi.
E c’è un istante che ho tentato di immaginare: è il 1747 e qui, in Via San Luca, si appone questo marmo testimonianza di un’antica fede.

San Vincenzo Ferreri (2)

E in quel momento esatto intorno a questa casa c’è un piccolo universo.
Giovani madri devote, anziani dalle spalle curve, bimbetti scalzi dagli abiti logori, padri di famiglie numerose.
E tutti, o per lo meno molti di loro, snocciolano continue preghiere.
E gli occhi si posano sulla figura del Santo e su quella giovane donna inginocchiata davanti a lui.

San Vincenzo Ferreri (3)

L’iscrizione rievoca i suoi miracoli e la sua generosità.

San Vincenzo Ferreri (4)

E c’è anche una targa in ricordo di un recente restauro.

Via San Luca (2)

C’è un tempo che non abbiamo veduto.
E in quel tempo qui vennero pie monache e donne di malaffare, nobiluomini e popolani, sono i volti di un piccolo mondo che abitava la Genova antica.
Sotto a questo cielo, il medesimo di allora.

San Vincenzo Ferreri (5)

Ed è trascorso quel tempo che non abbiamo veduto.
Era il 1747.
Da allora, in Via San Luca, San Vincenzo Ferreri veglia sul cammino dei genovesi e su tutti coloro che attraversano questa città.

San Vincenzo Ferreri (6)

28 pensieri su “Via San Luca, un’edicola per San Vincenzo Ferreri

    • E come darti torto Viv, certi palazzi quando sono restaurati risaltano al meglio.
      L’edicola mi piace tanto e le ho dedicato finalmente lo spazio che merita.
      Un bacione cara, buon lunedì.

  1. Grande Miss! Grazie per aver riportato alla luce questa bellissima edicola del grande frate domenicano. Le edicole nel nostro centro storico hanno sempre qualcosa da insegnarci. Penso che dobbiamo sempre vivere il presente ricordandoci del passato. Buona giornata.

  2. Edicole preziose, che potrebbero passare inosservate ai più ma non agli occhi attenti di Miss Fletcher! Grazie per questa nuova chicca, cara amica e buon inizio di settimana
    Susanna

  3. Pensa che io ci passavo quasi tutti i giorni (frequentavo il liceo Colombo)per andare a prendere il 32 a caricamento e non l’ho mai notata…Grazie miss!

  4. Miss, le edicole sono una specie di fiore all’occhiello dei caruggi genovesi… ignoravo questo San Vincenzo Ferreri… i domenicani spagnoli, hanno una macchia importante nel loro curriculum vitae, cioè, l’Inquisizione… ma per meritarsi quel bell’altorilievo,Vincenzo deve proprio essere stato di un’altra pasta…

    • Pagina buia quella dell’inquisizione, senza alcun dubbio.
      Le vicende dei santi a me affascinano sempre, c’è davvero qualcosa di eroico nelle loro vite, San Vincenzo Ferreri mi ha colpita e trovo che l’edicola a lui dedicata sia particolarmete bella.
      Grazie Sergio, buona serata!

  5. Interessante, quando passo gli chiederò quante ne ha viste in tutti questi anni,pensi che mi darà una risposta ? Ciao e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.