Genova in bottiglia

Come un veliero in una bottiglia all’interno della quale c’è un universo intero: la forza delle onde, lo sconquasso della tempesta, i marinai che lottano disperati per domare le vele.
Metti Genova in bottiglia e vedrai tutto il suo tempo trascorso.
Un doge temuto e prepotente, una cortigiana dai modi suadenti, un’umile fioraia con un cesto di violette e uno scaltro giocatore di dadi: li lancia, cadono a terra, tutti attorno a lui sospirano per la sorpresa.
Un vincitore e uno sconfitto.
Le voci del popolo, il pescivendolo che sbraita per vendere le sue merci e la fanciulla che dona i suoi favori al miglior offerente.
Una schiava, una nobildonna, una badessa.
Una sola Madonna per tutte loro, unica Madre di Dio e Madre di tutti i suoi figli.
Un astuto borsaiolo, un industrioso mercante, un paggio obbediente.
C’è tutta Genova, in una bottiglia.

Genova (1)

Un soldato, torna dalla guerra solcando una strada polverosa.
Si trascina, sfinito e fiacco, e poi precipita nell’abbraccio di una moglie troppo a lungo lasciata sola.
Un condottiero.
Prode, valoroso, senza paura.
Lui non è mai ritornato alla sua casa ma la fama del suo coraggio si è diffusa in ogni strada, tutti conoscono il suo nome, tutti celebrano le sue gesta.
Un uomo di chiesa, raccoglie le confessioni dei suoi fedeli, è depositario di molti segreti.
Un poveretto che si guadagna il pane alla giornata: cammina lento per la fatica ma non dimentica di buttare una moneta dentro al capello del mendicante che lo implora.
Una vedova, madre di molti figli, tira a campare raccogliendo erbe che poi rivende sul mercato.
Uno speziale, un calderaio e un facchino.
E su tutti loro scende la notte e risorge il sole.
Ho visto Genova in bottiglia da questo terrazzino sopra i tetti.
C’erano moltitudini di vite vissute, appena appannate, al di là del vetro.

Genova (2)

17 pensieri su “Genova in bottiglia

  1. Cara Miss, posso solo dirti che sono rimasta affascinata da questo tuo post. Hai un dono particolare, solo tuo, nello scrivere post come questo. Sei una bomber!! Ciao, raf

  2. Stavo cercando di vedere qualcosa dentro la bottiglia finché ho capito che per vedere quello di cui stavo leggendo mi sarebbero serviti i tuoi occhi. Grazie per averceli prestati 😉 buona giornata cara!

  3. Miss, mi fido assolutamente dei tuoi occhi, dentro, c’è tutta Genova, ma non sembra essere da sola… quel giallognolo schiumoso che cos’è, succo d’arancia?

  4. Cara Miss Fletcher, anche senza tappo, tutto è rimasto magicamente dentro questa bottiglia che ci mostri. Ma…hai provato a sfregarla? Vuoi vedere che ti scappa fuori un genio (genovese) che esaudisce tre tuoi desideri?
    Un abbraccione Susanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.