Cartoleria Peloso, una bottega dalla lunga storia

Questa è la storia di un’antica bottega di Genova ed è una vicenda che affonda le sue radici in un altro secolo, a dare inizio a questa avventura fu Filippo Peloso, un genovese nato nel lontano 1863.
Nel 1885 egli aprì un bel negozio di cartoleria in Via Cairoli e contemporaneamente fu molto attivo negli ambienti religiosi.
Si iscrisse alla Società Operaia Cattolica di San Giovanni Battista e fu membro di diverse associazioni e cooperative sempre di ispirazione cattolica, una di esse si occupava della costruzione di case popolari.
Diede anche vita alle Filodrammatiche Cattoliche e così nel suo negozio teneva anche scenari e costumi utili alle rappresentazioni.Peloso

Se per caso dovesse capitarvi di sfogliare “La Settimana Religiosa” vi imbatterete spesso in questa bottega.
Su questa rivista ho cercato notizie sui festeggiamenti degli 800 anni della traslazione delle ceneri del Battista a Genova e su certe pagine di fine ‘800 ho trovato un’affascinante pubblicità.
Dove si vendevano i globi luminosi? Da Peloso, naturalmente.
E forse ricorderete, ho avuto modo di narrarvi di una gita sul Monte Antola risalente al 1899, era organizzata dal Comitato Regionale Ligure dell’Opera dei Congressi.
Si trattava di un’iniziativa a carattere religioso e siccome il nostro Filippo era dell’ambiente i biglietti per partecipare si vendevano proprio da lui, nel suo negozio.

peloso

La bella cartoleria del signor Peloso è ancora in Via Cairoli dove troverete anche un attestato e una medaglia che testimoniano la sua antica storia.

peloso-3

E nel retrobottega c’è un armadio dalla lunga vita.

peloso-4

Ci sono gli scaffali di legno.

peloso-5

Per non dire del mobile con tutti i cassettini, una meraviglia che molti di noi vorrebbero possedere.

peloso-6

E poi il fascino delle cartolerie, ne vogliamo parlare?
Quando iniziava la scuola la parte più entusiasmante per me era proprio questa: scegliere i quaderni, le matite e i pennarelli, le gomme profumate, il temperino e l’astuccio.
Da perdersi!
E il fascino resta, resta ancora.

peloso-7

Scaffali di legno.
Righe, quadretti, block notes.

peloso-8

Il valore aggiunto di questo negozio sono proprio questi suoi antichi arredi: vissuti, curati, affascinanti.
E gli articoli saranno anche cambiati ma le etichette sono rimaste.

peloso-9

Su certe maniglie sono stampigliate parole che riportano ad un altro tempo, oggi si fa spesso affidamento alla memoria di uno smartphone ma volete mettere la bellezza di una rubrichetta?

peloso-10

E guide, piante, ricordi.

peloso-11

Tra le varie cose interessanti ho trovato in questo negozio un autentico cimelio e sono certa che molti di voi avranno un moto di commozione nel vedere queste immagini.
Ci riportano indietro, ai tempi delle elementari e delle medie.
Vi ricordate?
Facevamo le ricerche, io ho un preciso ricordo di me seduta in cucina insieme alla mamma che mi aiutava a fare i compiti.
Vi ricordate?
Usavamo questi, proprio questi, noi che siamo stati bambini negli anni ’70.

peloso-12

E poi ritagliavamo le foto che ci servivano e il foglio, privo di qualche rettangolino, rimaneva attaccato al libretto.

peloso-13

Cose belle di un altro tempo.
Cose belle che ho ritrovato in una cartoleria dalla lunga storia: nacque sul finire dell’Ottocento, era la bottega di Filippo Peloso.

peloso-14

Annunci

12 pensieri su “Cartoleria Peloso, una bottega dalla lunga storia

  1. Oh… Hai dato via libera a tanti bei ricordi! I libretti delle ricerche li usavamo proprio in tanti e anche se si finiva per copiare pedissequamente il retro delle immagini forse qualcosa restava attaccato anche ai nostri neuroni 😉
    Un bacione!

  2. Grazie ❤ ci passo davanti tutti i giorni da un anno e mai ne avrei immaginato la fantastica storia, quando avrò bisogno di materiali da cartoleria andrò da loro, chi cura così il suo lavoro e la sua storia va premiato e curato 🙂

  3. Ma Miss che felicitá…di meglio in meglio Cartoleria Peloso un cult per noi studenti/aspiranti geometri era fornitissima per ció che ci serviva grande negozio odora/va di carta e inchiostro…magico ora che l’hai descritto in modo completo ed esauriente noi clienti assidui oltre il banco non potevamo immaginarlo così e così anche il Sig. Peloso…grande un’ abbraccio carissima 👏😊

    • Grazie carissimo, ho scoperto questa storia bellissima e quindi l’ho raccontata, poi questo negozio dagli antichi arredi è una vera bellezza! Per te è un posto del cuore, sono ancor più contenta. Un abbraccio grande a te Pino, grazie!

  4. Quante volte ci siamo andate insieme!!! Ricordo che nelle medie avevo comprato una stilografica da Peloso e un diario che spero non sia andato perso. E poi i libretti delle ricerche: mitici!!! Quelli però li compravamo da Gotelli a Castelletto perché in centro non ci si andava tutti i giorni. Che passione le cartolerie, per me rimangono dei luoghi magici. Un abbraccio

    • Ah… sui libretti delle ricerche ti aspettavo, cara Mari, ero certa che te ne ricordassi anche tu.
      Eh sì, quante volte siamo entrate in questo negozio ai tempi del liceo e dell’università? Non si contano.
      Un abbraccio amica mia, grazie!

  5. Che bello Miss. Io nelle cartolerie mi ci perdo, se poi hanno il fascino dell’antico… Le Rubriche telefoniche! Sai che io le compilo ancora per avere i numeri in forma cartacea. non si sa mai…

Rispondi a Miss Fletcher Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.