Con gli occhi degli altri

Guarda.
Guarda con gli occhi degli altri.
E immagina di sentire una musica, note e suoni dell’inquietudine.
Forse un frusciare d’ali tra gli alberi, un temporale, le gocce di pioggia che cadono sulle foglie.
Il tuono.
Il cancello cigola e il vento fischia in lontananza.
E poi silenzio.
Guarda.
Se provi a osservare il mondo con gli occhi degli altri vedrai in maniera diversa.
Nessun colore.
– Credo che qui ci vorrebbe un bianco e nero – Così mi ha detto il mio amico Alessandro.
L’ho ascoltato e ci ho provato.
E guarda.
Accade così, quando osservi con gli occhi degli altri.
E magari finisci anche per sentire un rumore improvviso tra i rami, suoni e rumori.
In bianco e nero.

cancello

Annunci

12 pensieri su “Con gli occhi degli altri

  1. Edgard Allan Poe….chi era costui a fronte dei racconti tetri e di suspense tuoi Miss chissá cosa c’è oltre il cancello e il grigiobuio dopo…e chi ci va’ paura pura di presenze occulte….se vieni a Roma ti porto a visitare il negozio museo dell’ orrore di Dario Argento…credo che potresti dargli qualche consiglio..hahaha…un abbraccio Miss!!!

    • Ah, Pino, grazie come sempre, troppo buono tu! Io a dire il vero la foto l’avrei fatta a colori, poi il mio amico mi ha dato questa idea e ho seguito il suo suggerimento, aveva ragione, in pieno! Un abbraccio grande a te caro, buona serata.

  2. Gotica.. si’… dove si entra quando si passano le ali corrose dal tempo, lontane dagli umani, del cancello… nella foresta che non porta da nessuna parte o forse porta a qualcosa… Non l’abbiamo passata… e nella realta’ anche… Passare certe porte è nefasto….

  3. Cara Miss Fletcher, Leggo sempre con grande interesse i suoi articoli così garbati e deliziosi, interessanti e curiosi; quest’oggi , anzi no, ormai si parla di ieri, ho partecipato ad una visita guidata al Carmine, borgo delizioso, che adoro esattamente come lei. Ho avuto la fortuna di poter ammirare e fotografare uno splendido manufatto marmoreo decisamente interessante ed antico che si trova all’interno di un portone, inserito a capo della scala. Le mando le fotografie pensando di farle cosa gradita e, se avrà piacere di inserirle in uno dei suoi piacevolissimi articoli, non potrà che andarne fiera. Colgo l’occasione per ringraziarla per il tempo passato piacevolmente leggendola! Un abbraccio sincero! Roberta Bianchi

    • Ti ringrazio tanto per le belle parole Roberta, mi fanno molto piacere!
      Non si possono inviare foto nei commenti del blog ma complimenti comunque per le tue scoperte, Genova è sempre ricca di tante bellezze che ci lasciano stupefatti.
      Buon sabato a te e grazie ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.