Di libri amati e librerie

I libri, amici veri che restano sempre vicini, nei pensieri e nelle nostre riflessioni.
I libri, la loro vita e il loro spazio nelle nostre case, accade ad ogni lettore di cimentarsi con la difficoltà di tenere in ordine i propri volumi disponendoli con logica ed intelligenza per poterli poi ritrovare senza problemi.
Faccenda complicata, eh.
Ho scaffali ovunque e più di una libreria ma a dire la verità lo spazio non mi sembra mai sufficiente e poi si sa, i lettori non smettono mai di comprare libri ed io sono romanticamente affezionata ai libri di carta così ognuno di loro deve trovare il proprio posto.
I libri antichi, quelli vanno tenuti al chiuso, se possibile.

libri

Scaffali e librerie, in certi casi cerco di suddividere i testi per argomento: su alcuni scaffali tengo i libri di storia, su altri la letteratura di viaggio, su altri ancora i classici.
Da una parte i miei numerosi volumi sul Risorgimento e dall’altra tutti quelli dedicati a Genova che sono davvero tanti.
Ordine? Non saprei, direi di no.
Conosco persone che dispongono i volumi per colore, l’effetto è molto suggestivo ma io so che non non farebbe per me.
Cari, fedeli, silenziosi amici, i nostri libri, alcuni vorremmo averli sempre vicino.

Libro (3)

Nella mia stanza c’è una libreria, ospita certi compagni di vita dai quali non mi separerei mai: abbiamo fatto lunghi tratti di strada insieme e molto spesso ci ritroviamo.
Ancora, di nuovo.
Questi libri sono disposti a sentimento, seguendo differenti sfumature d’affetto: alcuni di loro occupano la stessa posizione da tantissimo tempo.
E no, non si possono spostare, questo è chiaro.
Sono entrati in questa casa, hanno un posto preciso nel mio cuore e un altro ugualmente sicuro nella mia libreria: quella libreria che sta nella mia stanza.
Tra di essi ci sono autori a me cari, come Dickens e Twain, tanto per citarne alcuni.
Ci sono tutti i miei libri di Oscar Wilde, anche William Shakespeare ed Emile Zola stanno lì, in quella libreria.
E ci sono i minimalisti americani, ho tanto amato i loro romanzi in un certo periodo della mia vita.
Tutte le poesie di Guido Gozzano: copertina rigida e sovracoperta bianca con le righe rosse, edizione Einaudi risalente agli anni ’80 e acquistata nella ormai scomparsa Libreria di Stefano di Piazza Dante.
John Keats, un volumetto piccino comprato a Londra, un gioiellino.
Cicely Mary Barker e le sue fatine dei fiori, Elizabeth Barrett Browning e i suoi versi, Christina Rossetti ed Emily Dickinson.
Una sezione della libreria è occupata da certi volumi che forse alcuni di voi ricorderanno, trattano la vita quotidiana in diversi periodi storici, un’altra parte è dedicata alle biografie e una sezione alle fiabe.
Libri nuovi, libri usati e vissuti, libri adesso miei.
In ordine sparso, seguendo l’affetto, il sentimento e l’attaccamento.
Amici vicini e inseparabili.
E se non c’è proprio una logica non importa, è la mia libreria e va bene così, come piace a me.
Tra quelle pagine ci sono cartoline, foglie secche, tracce di matita.
Un tempo condiviso, un tempo che a volte ritorna insieme ai miei cari amici che tengo vicino a me.

libri-2

Annunci

33 pensieri su “Di libri amati e librerie

  1. I libri sono davvero amici preziosi che ti accompagnano in viaggi meravigliosi e il come disporli è faccenda personale, anche per una bibliotecaria come me. Ricordo di dicerie su alcune famiglie che li compravano al metro, stessa copertina di serie, per arredare casa…

  2. Come sei ordinata miss!!!la mia libreria é l’esatto contrario della tua ma c’è uno scaffale che io chiamo”cardiologia”dove ci sono i libri più preziosi,quelli che fanno bene al cuore e che rileggo spesso.e poi la sezione biblica,quella di storia contemporanea,le fiabe(da le mille e una notte ad Harry Potter ) ,i romanzi (prediligo i moderni),i libri fotografici e quelli d’arte,tutta la sezione dedicata alle guide turistiche ed escursionistiche e i libri di medicina.il posto d’onore é per un vecchissimo testo per infermieri sul quale il nonno Arturo aveva preparato il suo esame di assunzione a villa Scassi.
    Anche a casa mia libreria é intesa al plurale:ho una piccola libreria anche in bagno(giardinaggio)…..

  3. Credo che nei vari traslochi tra i miei libri e quelli altrui siano stati regalati una quarantina di scatoloni, e non esagero affatto! Solo in questo ultimo mese tra libri miei e di mia suocera che ha alleggerito casa ne sono partiti un’altra decina! e non sono rimasta senza…anche perché metà di quelli che avevo li ho lasciati nella prima casa dove ora abita una figlia.
    Ma da quel che vedo nelle tue foto, qui c’è un’altra collezione che aspetta un post: quella delle scatoline!!! Bacioni 🙂

    • Ah…. le hai viste eh, le scatoline? Non ti dico quante ne ho un’infinità!
      Io ho donato alcuni miei libri alla biblioteca di Fontanigorda ma in generale i libri che ho me li tengo, regalare i libri che non sono nelle nostre corde è una bella cosa, magari così troveranno qualcuno che li ama e che li sente propri!
      Bacioni cara,buon sabato!

  4. a proposito di libri e librerie ti segnalo che lunedì 3 ore 17 ci sarà l’inaugurazione della ex libreria degli studi di via balbi che si trasferisce nell’ex oratorio di sant’antonio nel mio palazzo. ricordo che mi avevi chiesto di vedere l’oratorio che era sempre chiuso, ora potrai vederlo quando vorrai insieme ai tuoi amati libri

  5. Io ho deciso anni fa di mettere i libri in ordine alfabetico secondo gli autori. Mi trovo bene perché con l’aiuto anche di google quando ricordo un titolo ma non l’autore riesco cmq a rintracciare subito il libro. Ho creato poi alcune sotto categorie per tema ma sempre secondo il cognome dell’autore/autrice.

  6. Miss, quando si hanno tanti libri, lo “spazio” diventa sempre più importante… nel senso che l’idea di metterli in orbita attorno al pianeta, spesso mi sovviene… io sono un lettore disordinato e la mia libreria o, meglio, il posto dove metto i libri, mi rappresenta… per cui, puoi trovare Lettere alla mamma (Don Milani), spalla a spalla, con L’Uomo senza qualità (Musil) o Le storie ferraresi (Bassani), con Massa e potere (Canetti), o Essere cristiani (Hans Kung), con Storia dell’ateismo (Minois) o Memorie di Adriano (Yourcenar), con Viaggio in Italia (De Brosses)… tutto ciò comporta che quando cerco un libro, non lo trovi subito… però la cosa non mi dispiace motisssimo, in fondo, è un po’ come perdermi nei caruggi…

  7. Non potrei mai separarmi dai miei libri, mai e poi mai! Certo, ci sono libri e libri, ma con ognuno ho condiviso momenti importanti.poi ci sono quelli….da comodino, quelli che sono stati più importanti, vicini, veri pugni nello stomaco, a volte. E devo a averli fisicamente accanto, sempre. Emanuela

  8. I libri sono come il pane:non si buttano!per fortuna qui ci sono tante piccole biblioteche di paese che accettano volentieri i doppioni e quelli che non ci interessano.Anche le case di riposo li ritirano,specialmente le riviste:ho regalato le mie annate di Gardenia a quella del paese dove abito e ai nonnetti ha fatto piacere

  9. Ebbè, una libreria davvero importante e corposa cara Miss Fletcher.
    Anche qui devo ammettere che ce ne sono a bizeffe. I più cari quelli di quando ero ragazza e che ho portato nella mia nuova casa, qualche…giorno fa 😉 eppure mi sembra ieri che li sfogliavo e gustavo.
    Buona domenica Susanna

  10. I libri ho cominciato a comprarli quando avevo quarant’anni, la mia passione per la storia ligure e sopratutto su Genova mi ha portato ad accumulare una massa enorme di libri, quando avevo un certo tempo leggevo qualcosa.
    Rimandando tutto a quando sarei andato in pensione.
    Nel frattempo sono passati trent’anni, ho fatto un trasloco enorme e solo all’ora mi sono reso conto che bisognava sistemare tutto, non solo mi sono fatto gli scaffali, ma ho dovuto sistemarli tematicamente.
    Poi mio figlio mi ha fatto un programma per archiviare i libri e sopratutto le note, per poter ritrovare le notizie che si ritiene importanti.
    Sono circa nove mesi che inserisco dati, e ci vorranno almeno altri due anni.
    Le scoperte che faccio ogni giorno sono meravigliose.
    La mia camera è costituita da una libreria che copre tutto il perimetro della stanza e al centro il letto.
    Il resto è inserito in altre 4 stanze con la stessa modalità.
    I libri ad una certa età diventano quasi una medicina salva vita.
    Eugenio

    • Eh la tua libreria dev’essere uno scrigno di tesori Eugenio, lo so!
      Certo che hai anche iniziato tardi a comprarli però hai recuperato alla grande visto che ne hai da ogni parte.
      Hai ragione, una splendida medicina, a tutte le età.
      Un grande abbraccio a te!

  11. Meraviglioso ordine con l’aggiunta delle scatoline come decoro.Non oso dire che a casa mia stanno in doppia fila con in più una serie di volumi appoggiTi sopra in orizzontale.Non so più dove metterli! Complimenti a lei per il garbo con cui dispone i suoi libri.Nicla

    • Grazie cara Nicla, io in realtà non sono così ordinata eh, del resto tutti i veri lettori hanno i libri in doppia fila e in altre librerie dove mi è possibile disporli così li ho messi proprio a quel modo.
      Eh le scatoline sono una delle mie passioni!
      Buongiorno a Lei, grazie delle sue parole sempre gentili.

  12. Chi ama i libri si assomiglia. Ne ho avuto la conferma leggendo i vari commenti qui sopra. Quando venni a vivere qui feci costruiire da un falegname diversi scaffali che coprivano pareti, soprattutto nello studio di mio marito, ma col tempo sono diventati troppo affollati. Non so decidermi ad utilizzare uno di quegli aggeggi per “costruirmi” una libreria virtuale. Ho bisogno di vedere il libro sullo scaffale, toccarlo, rileggerlo perchè guardando la copertina me ne fa venire la voglia. Eppure una mia amica scrittrice dice che è il futuro. Non so. Forse io ho tanta voglia di passato. Qualcuno disse che la Nostalgia è la necrosi dell’ anima. Pensare che io invece non sento mai la mia anima cosi viva come quando passeggio per Genova, penso e ricordo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.