Cesira Rolla, il trionfo della Regina della Superba

Ebbe la sua gloria in un giorno d’estate e trionfò su tutte le altre.
Cesira Rolla era una ragazza del popolo, una semplice sartina di Prè, a lei toccò lo scettro di prima reginetta di bellezza di Genova, accadde nel giugno del 1910.
Come riportano i giornali d’epoca, come ad esempio Il Secolo XIX, ad eleggerla furono le fanciulle della città, il voto era riservato esclusivamente alle ragazze di età compresa tra i 12 e i 25 anni.
A scorrere quanto riportato dai quotidiani si capisce che la grandiosa vittoria di Cesira fu anche dettata da un sorta di fervore campanilistico, con grande partecipazione di pubblico e affettuoso entusiasmo la gente del Sestiere di Prè fece vincere la sua candidata che sbaragliò tutte le altre.

Via Prè (2)

La bella Cesira si assicurò così 131 voti distaccando di molto i cento voti ricevuti dalla seconda classificata, Lydia Pedemonte, rappresentante del Sestiere di Portoria.
Il concorso non premiava solo la bellezza, si voleva anche dare un riconoscimento a una fanciulla che per le sue doti rappresentava l’orgoglio del suo sestiere e di Genova tutta.
E viva la vittoriosa Cesira!
La vicenda che la vide protagonista ebbe anche altri risvolti che emergono con chiarezza dagli articoli del tempo.
In quel periodo c’erano le elezioni amministrative, si discuteva con fervore sulla futura eventualità di concedere il voto alle donne e dopo l’elezione di Cesira il cronista del quotidiano Il Lavoro, ad esempio, fu piuttosto critico in merito.
In ogni caso la ragazza di Prè fu incoronata con tutti gli onori Regina della Superba e naturalmente per l’occasione si tenne una fastosa cerimonia per celebrare Sua Maestà Cesira I.
Le feste durarono diversi giorni, ci furono una grande esposizione nei negozi e uno spettacolo al Carlo Felice, si tennero gare sportive e un pranzo di gala, ci fu un concorso bandistico al Mercato Orientale e venne organizzata una gita in piroscafo nel golfo di Genova.
Gli eventi certo non mancarono!

cesira

Andiamo al 24 Giugno, è il giorno dell’incoronazione e la folla festante freme, tutti vogliono vedere Cesira!

cesira-1

Un corteo di carrozze sfila per la città, attraversa Via XX Settembre e Corso Buenos Aires, la reginetta viene acclamata dalla gente di Genova, squillano le trombe e scrosciano gli applausi mentre un banditore che precede il corteo annuncia al popolo ciò che sta accadendo.

cesira-2-copia

Cesira in trionfo giunge così al Lido di Albaro.

cesira-3

Ed è grazie al cronista di Il Lavoro se conosciamo il colore del ricco abito della Rolla, la reginetta dagli occhi scuri e vivaci è in verde pisello, le altre concorrenti sfoggiano vestiti di altri colori, una è in giallo, una in celeste e un’altra in malva.
Giunta al Lido, la fanciulla emozionata ed esitante si appresta a raggiungere il palco a lei riservato.
Tentenna, rallenta, non sembra avere il passo deciso e dal popolo si leva un coro di voci che la rincuora:
– Issa Cesira, che ti é in ta rampa!
– Forza Cesira che sei nella salita!
La giovane riprende così coraggio e sale sul palco dove un tale vestito da Doge con tutta la solennità del caso pone la corona sul capo di lei.
Eccola qua Cesira I insieme alla sua corte.

cesira-4

L’affettuosa incitazione viene utilizzata anche in un’altra differente circostanza, l’episodio è citato nel volume “Vendo l’argento do mâ” di Ivana Ferrando edito da Sagep.
Dunque, l’autrice narra con sapiente maestria dei carbonai che avevano anche il compito di provvedere ai rifornimenti di ghiaccio, costoro usavano dei carri trainati da cavalli.
Ebbene, una di queste cavalle si chiamava Cesira e all’inizio di Via Assarotti, davanti alla pendenza della salita, veniva spronata dal carrettiere proprio con quelle parole:
– Issa Cesira, che ti é in ta rampa!

cavallo

L’autrice saggiamente sottolinea che non è dato sapere se venne prima la cavalla o la reginetta, chissà a chi dobbiamo questo celebre grido in dialetto, Issa Cesira è anche il titolo di una canzone di Mario Cappello.
Le belle immagini che avete veduto appartengono alla ricca collezione del mio caro amico Eugenio Terzo e come sempre lo ringrazio per il prezioso prestito.
Eugenio mi ha anche mandato un’altra splendida chicca, guardate un po’ il titolo!
C’è una canzonetta ironica indirizzata alla Giunta Nazionale e in più la direzione comunica che il giornale viene dato in dono a tutte le fanciulle di nome Cesira!

cesira-5

Sarà stato un nome comune a quell’epoca?
Di certo ora non lo è più, sono cambiati i tempi e anche le nostre preferenze, forse persino i tratti della giovane eletta non corrispondono neanche ai nostri canoni di bellezza femminile.

cesira-6

E ancora, sempre Eugenio mi ha inviato copia del numero unico dedicato a questo concorso, nelle righe dedicate a Cesira si esaltano le sue molte virtù.

cesira-8

La sartina di Prè ebbe il suo momento di gloria in un luminoso giorno di giugno ed io mi sono domandata cosa ne sia poi stato di lei, spero che abbia avuto una vita lunga e felice.
Forse avrà avuto molti pretendenti, certo nei caruggi di Prè si sarà parlato a lungo di quella memorabile vittoria.
Fu il trionfo di lei, Cesira Rolla, indiscussa Regina della Superba.

cesira-7

Annunci

28 pensieri su “Cesira Rolla, il trionfo della Regina della Superba

  1. Tutto cambia, anche i canoni di bellezza ma ti dirò…. non so se sia davvero peggio rispetto a certe pupazze umanoidi ma di plastica che si vedono in giro. Stamane mostravano in tv la nuova Miss Universo, francese, dopo 27 anni che non veniva eletta un’europea.
    Posso dire….boh? O anche bah? Non mi fa impazzire….
    Un abbraccio e buon inizio di settimana
    Susanna

    • Sono andata a cercare una foto di codesta fanciulla, io la trovo molto raffinata, devo dirti che non mi dispiace.
      La nostra Cesira era più semplice, lo so, però questa Miss ante litteram mi fa tenerezza, sai?
      Un bacione a te Susa, grazie!

    • La Regina della Superba, caro Sergio, ho visto le foto delle altre concorrenti e non erano poi così diverse, come genere.
      Mi piace tantissimo questa storia e come al solito Eugenio l’ha resa speciale con i suoi pezzi rari.
      Buona giornata Sergio, grazie!

  2. L’ importante è l’evento che aveva coinvolto tutta la società, ciò che si legge nel numero unico è un resoconto che evidenzia tutte le categorie.
    Ed insieme alla manifestazione si raccoglievano soldi per la beneficienza.
    La società era abituata alle manifestazioni, ricordiamo quelle della traslazione delle ceneri di S.Govanni Battista, l’Esposizione Colombiana del 1892, l’Esposizione del 1901 e poi quella del 1914, il raid aereo Parigi Roma, ed in mezzo a tutte queste se ne svolgevano altre minori, come le ascensioni con i palloni aerostatici, oppure le gare di bicicletta, il grande calcio le corse automobilistiche.
    Genova senza dubbio ha avuto un grande momento di gloria.
    Brava Miss.
    Eugenio

    • Grazie carissimo, i tuoi preziosi documenti sono stati fondamentali per scoprire tanti dettagli di questo evento veramente grandioso, penso che la bella Cesira ne abbia conservato memoria per tutta la vita.
      Un abbraccio a te Eugenio, grazie!

    • Anche tua mamma, fantastica questa cosa! Issa Cesira, mi piace tantissimo questo modo di dire.
      La storia è splendida, inutile dirti che il contributo di Eugenio è stato come sempre prezioso.
      Un abbraccio Emilia, grazie.

  3. storie d’altri tempi che commuovono per la loro innocente bellezza, per quel mondo che sembra appartenerci ancora, fra borghi orgogliosi delle loro donne e un popolo festoso che ama celebrare la bellezza femminile. Cambiano i tempi, ma il fascino della bellezza femminile è l’unica certezza che abbiamo ad ogni alba del giorno. Qualcuno diceva “la bellezza salverà il mondo” ce n’è proprio bisogno di questi tempi!
    Buona giornata, preziosissimo questo tuo racconto storico,non l’avevo mai letto. (:-))

  4. Cara Miss, ho trovato qs articolo curioso ed interessante. Quante iniziative e fermenti c’erano a Zena nel secolo scorso! Dalle foto, Cesira mi sembra una bella ragazza, semplice e pulita, dalle fattezze e tratti caratteristici di quella epoca, così come le pettinature. Sicuramente, allora, la bellezza era naturale. E dimmi, nello sfondo della foto in cui il corteo arriva al lido d’albaro..ci sono le prime case di corso italia in costruzione? Zena che cresce.. Allora, issa Cesira!! Bacio, raf

    • Proprio così cara, un piccolo grande evento con la sua graziosa protagonista e Genova che cambia, mi piace molto questa storia.
      E sai che pensiero ho fatto?
      Le nostre antenate, avranno seguito l’elezione con grande partecipazione ed interesse, pensa per quanto tempo se ne sarà parlato!
      Issa Cesira!
      Un bacio grande cara, come sempre grazie!

  5. Ma che bella storia, proprio non sapevo che anche a Genova ci fossero i concorsi di bellezza. Quanto all’Issa Cesira, mi era nota solo la versione della cavalla …

  6. Mi stupisce la vivacità e lo spirito di iniziativa della nostra città un secolo fa.Mi sembra che oggi sia molto più spenta.E’ una bella storia di una graziosa e genuina figliola tutto al contrario delle disinvolte concorrenti di oggi.Ma dove le va a pescare queste informazioni? Lei è veramente straordinaria!

    • Grazie Nicla, lei è sempre molto cara.
      Condivido lo stupore, queste storie rimandano l’immagine di una città viva e vivace, certo la nostra Cesira era reginetta semplice, questo rende ancor più dolce la sua bella storia.
      Buona giornata a lei, grazie ancora!

  7. “Issa Cesira che ti è in ta rampa” da oggi entra nel nostro lessico famigliare italogenofrancoportosvedese. Bellissimo. Ogni giorno una pillola di Miss Fletcher a colazione o prima di coricarsi, apre mente, cuore e conoscenza. Buona domenica ai genovesi e non. Thanks again, dearest Miss !

  8. issa Manena lo diceva sempre la mia mamma, non conoscevo Issa Cesira:Un’altra cosa che ho appreso da te, cara Miss! e che scrigno di preziosità è il tuo amico Eugenio, sai che te lo invidio un pò? Buona giornata Miss, bacibaci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.