Un piccolo Arlecchino

Carnevale, tempo di maschere e di divertimento per i più piccini.
Un gioco, una magia che ti fa diventare qualcuno che non sei e la fantasia vola: puoi essere una damina oppure Pulcinella, Colombina oppure un paesano, un nobile o chiunque tu voglia.
E ogni anno a Carnevale, da che mondo è mondo, da qualche parte c’è un piccolo Arlecchino.
Espressione sveglia, un cappello con nastri e fiocchetti, la testolina con i ricci, gli occhi grandi e scuri.

Un piccolo Arlecchino che indossa un costume speciale, secondo me.
Infatti mi sembra che l’abito sia un gran lavoro di cucito, lo avrà fatto la sua mamma mettendo insieme tutti i pezzi di stoffa avanzati?
E sono scampoli di tutti i colori: rosso, giallo, verde e blu, sono stoffe a fiori e a quadretti, a righe e a pois, tante variopinte fantasie per il piccolo Arlecchino.
E sì, anche in questo caso si tratta di una piccola peste, ne sono sicura, in una manina stringe un biscotto e mi sono chiesta se fosse una piccola ricompensa per il tempo trascorso a fare questa fotografia.

La carte de visite è un po’ malconcia, sono passati tanti anni e qualcuno l’ha conservata come meglio poteva, tenendola da conto in un cassetto come memoria di un tempo felice.
Venne scattata presso Fotografia Pisana, lo studio del fotografo Vittorio Frediani a Sampierdarena e chissà quanti bimbi mascherati avranno posato per lui.
In piedi sulla sedia, con i sandaletti e i piedini uniti, nel tempo di Carnevale, un piccolo Arlecchino di Genova.

30 pensieri su “Un piccolo Arlecchino

  1. Questo visino tra il malinconico e lo stupito fanno di questo bimbo il pulcinella più dolce ed incredulo che abbia mai visto e l’immagine è davvero un piccolo capolavoro…il biscotto forse perché aveva appena smesso di piangere? Chissà come mai i sandaletti in un periodo così freddo!

  2. Ma quanto è carino questo tipetto! Il cappello è una bellezza.. Chissà quante corse avrà fatto appena uscito dallo studio del fotografo!! Bacio, Miss

  3. Il bimbo è strepitoso con quello sguardo intenso e il costume è una vera bellezza! I costumi fatti a mano da mamme e nonne avevano un’accuratezza che oggi è impensabile. Verrebbe voglia di farne solo per il gusto di fotografarli in queste pose d’altri tempi 😘

    • Una meraviglia, la fotografia non è conservata alla perfezione ma per me è una delle più belle che ho… pensa quella mamma che ha cucito questo abitino magnifico, che tenerezza.
      Un bacione cara, grazie!

  4. Mascherina curata in ogni dettaglio sebbene l’ abitino fosse magari il risultato del recupero di tanti pezzetti di tessuti colorati ricavati da avanzi di tessuto o da abiti smessi…. Questo semplice buon senso della mamma e amore per le cose che le sono appartenute, oggigiorno potremmo nobilitarlo solo ribattezzandolo col nome di riciclo creativo….

  5. Ma tu pensa la pazienza che ci é voluta a mettere insieme tutte le pezze!Anche un mio compagno delle elementari un giorno arrivò abbigliato da Arlecchino,una sorta di puzzle vivente creato dalla perizia di sua madre,peccato che nella foto ricordo che ho ritrovato sia posizionato dietro ai più piccoli e il capolavoro di sua mamma non sia apprezzabile!

  6. Forse stavolta al tuo occhio esperto è però sfuggito un particolare… a me sembra proprio che nella manina sinistra tenga una biglia.
    Prova a ingrandire l’immagine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.