Ancora sorprese alla fermata dell’autobus

Torno ancora ad aggiornarvi su una questione che ormai si ripete con una certa regolarità, ad ogni stagione c’è una nuova sorpresa che mi attende.
Ed è ben evidente che nei dintorni deve esserci qualche concittadino che si diverte ad arredare una certa fermata dell’autobus, c’è da dire che in Circonvallazione a Monte non restiamo mai delusi.
Ecco il riassunto delle puntate precedenti: tutto iniziò nel lontano 2013.

Venne poi l’anno 2015 e portò una bella poltroncina.

Non passò molto tempo, l’albero si ricoprì di foglie e alla fermata dell’autobus ecco nuove comodità per i fortunati viaggiatori in attesa.

Giunse poi la primavera del 2016: due cuori e una fermata dell’autobus.

Tempo dopo, al principio dell’estate del 2017, ecco comparire in un angolino una sistemazione adatta a un bimbetto sgambettante.
Ed è come assistere a una storia, in un certo modo.

Ancora il tempo passò, trascorsero i mesi e giorni.
E a febbraio di quest’anno mi capitò di vedere alla fermata dell’autobus due seggiole in stile, devo dire che avevano anche una loro eleganza.

E qui vi lasciai, qualche mese fa conclusi il mio post con speranzoso ottimismo, certa che la faccenda non fosse finita lì.
E voilà, eccoci alle soglie di una nuova estate e alla fermata dell’autobus non mancano le sorprese per grandi e piccini.
Un caro saluto a tutti voi, aspettando la prossima puntata!

Annunci

26 pensieri su “Ancora sorprese alla fermata dell’autobus

  1. incredibile! qui non si tratta dei soliti incivili che buttano mobili nei cassonetti, qua c’è sotto una sorta di progettazione, teoria dell’arredo urbano…davvero singolare, presterò attenzione se accade qualcosa di simile nel ponente cittadino. buona domenica Miss!

  2. Bello! Trovare un senso a questa cosa …..? Ognuno la può interpretare a suo modo, ma io ci vedo una certa attenzione, dettata anche dal fattore perseveranza. Che sia una sola persona o molteplici ad avere questo “input” io lo vedo in modo positivo, come vengono posti ha un fine di altruismo . Gli oggetti non sono casuali come gettati in una discarica ,ma hanno tutti un fine mirato ad andare incontro alle esigenze altrui. al loro utilizzo specifico in relazione al tipo di luogo in cui si pongono. Riposo o passatempo in attesa che arrivi il bus. Buona giornata Miss.

  3. Ahahaahahhhhh cara Miss! Appena lette le parole “Ancora sorprese alla…” ho cominciato a ridere da sola! Questa faccenda della fermata è una delizia! Bacioooo, raf

  4. Quando si dice arredo urbano 😂😂 questa narrazione a puntate è bellissima! Ci voleva proprio un dondolino per i più piccini… siamo curiosi di assistere al seguito 😘 baci

  5. Miss… se non ci fossi tu bisognerebbe inventarti. Mi ero perso gli articoli precedenti, e non mi sarei mai aspettato una cosa del genere. Ho sempre pensato che i frequentatori del 76 fossero persone di buon gusto (non perché lo prendessi anch’io, beninteso) ma questa storia delle sedie è proprio bella. Buona serata e grazie.

  6. Anche per me è davvero sorprendente questa fermata dell’autobus così dinamica! Grazie Miss per la tua cronaca puntuale. L’arredo di oggi fa pensare …. sta crescendo la famiglia? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.