Affettuosa corrispondenza

Nella mia piccola collezione ho anche alcune cartoline appartenute a certe sorelle: loro abitavano a Nervi davanti al mare blu e ricevevano questi romantici cartoncini da alcune loro amiche anch’esse sorelle tra loro e residenti nel ponente.
E così mi è venuto spontaneo fantasticare su queste signorine, saranno state giovani fanciulle oppure donne di una certa età?
A dire il vero è proprio impossibile intuirlo da quanto scrivono sulle loro cartoline, l’unica cosa chiara è che trascorsero diverso tempo insieme, in quel di Nervi.
E così le ho immaginate in un profumato giardino, sedute all’ombra degli alberi, indossano i loro abiti chiari arricchiti da pizzi fastosi, il parasole serve per regalare ombra e con eleganti ventagli ci si procura fresco ristoratore.
Le amiche forse discutono di moda, di musica, di romanzi francesi e di chissà che altro.
Sorseggiano tè e sgranocchiano qualche canestrello, ridono amabilmente e il tempo scorre nel chiacchiericcio lieve dell’amicizia che sa essere gioia, condivisione e spensieratezza.
Quel tempo non verrà dimenticato, sarà un piccolo tesoro di affetti per i momenti di malinconia, sarà la memoria bella di istanti felici.
E poi il tempo scorrerà e la nostalgia lascerà il posto al ricordo che suggella un legame di amicizia.
La cartolina è splendidamente romantica e porta il timbro del 28 Aprile 1911, sul retro una calligrafia gentile ha scritto queste parole:

Il mare è calmo, il vento tace, scordarsi di loro giammai saremo capaci.
Saluti e ricordi a tutti.

12 pensieri su “Affettuosa corrispondenza

  1. pochi, ma sapienti ritocchi all’anilina, hanno reso questa cartolina, irresistibile e giustamente l’intestataria del blog non ha saputo resistere, prima all’acquisto e poi, a ricamarci romanticamente sopra, aiutata in questo, da Nervi, un posto indimenticabile, anche e forse soprattutto, se il mare fosse stato agitato e il vento non fosse stato zitto…

  2. La scritta mi ricorda quelle dediche stucchevoli in rima che scrivevamo da piccole sui diari delle amiche… forse erano piuttosto giovani anche loro. Le tue ricostruzioni sono sempre una delizia e quel tocco coi canestrelli… perfetto! Baci cara 😘

  3. Oh Miss… Il fascino della corrispondenza ! Rovistando tra le cose della zia, ritrovai alcune scatole da scarpe ricolme di cartoline ricevute da ogni parte del mondo… Tra queste una gran quantità in bianco e nero dei primissimi anni 60, molte vedute ripetute piu’ volte….tutte solo da e di Torino… Erano dello zio in trasferta che quasi ogni sera ne spediva una alla sua amata sposa che lavorava a Genova…. Tutte chiudevano con … “Bacioni bacioni, Carlo ! Lo zio era un uomo che aveva fatto studi classici ed aveva quella grafia maschile elegante e corsiva curata in ogni dettaglio… Questo gesto veicolava nobili sentimenti e un amore di stampo antico… mori’ giovane quando io ero ancora una bambina e per quasi quaranta anni la attese, chissà dove, ma certamente con i suoi …. Bacioni, bacioni

  4. Peccato che non si usino più le cartoline… specialmente adesso che le fotografie sono spesso delle vere e proprie opere d’arte…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.