Una di quelle mattine

Una di quelle mattine in cui tutto sembra perfetto.
E magari è pure troppo presto e certi negozi sono ancora chiusi.
Così finisco per andarmene in giro come al solito in cerca di niente, questo rimane del resto uno dei miei diletti: io vado per caruggi senza andare da nessuna parte.
Mi passa accanto una ragazza che ha più fretta di me, lei trascina un trolley e cammina svelta facendo dondolare la borsa che porta a tracolla.
E in questa mattina perfetta si sente il suono cadenzato dei suoi passi, poi lo sovrasta una voce di giovane donna e a seguire risponde un tono trillante di bimbo.
È semplicemente la vita, nulla di più.
E c’è profumo di pane caldo, l’aria scende giù e attraversa i caruggi, è la brezza frizzante di questa stagione.
E ci sono un panchetto di legno, un tavolino bianco, una botte, un’edicola con una Madonnetta, una signora che bagna i suoi fiori, una tovaglietta bianca e azzurra, un vetusto portale e un cestino con una pianta aromatica.
Ed è una di quelle mattine e tutto sembra perfetto.

Annunci

26 pensieri su “Una di quelle mattine

  1. Quando è così “che tutto sembra perfetto” sarebbe bello fermare il tempo e bearsi di questo stato di benessere per riempire i nostri animi di questa perfezione che sta nella semplicità delle cose normalissime della vita quotidiana, come sempre colte nelle piccole sfumature che Lei ci sa esporre in modo così coinvolgente. Buona giornata Miss.

  2. E poi sperare che tra poco anche noi, le due nonne anziane dall’Olanda, possiamo godere questa sperienza così poeticamente descritta da te, dearest miss Fletcher!!!
    Sentiamo già i profumi della Superba!!
    Els e Irene

  3. È questo tempo perfetto che cerchi quando vai a zonzo nei vicoli… questa luce che si ferma sui particolari del vicolo trasformandoli in oggetti magici.. sei la fatina dei carrugi … li abbellisci con la magia della tua scrittura. 😊😊😊👏👏

  4. Li ricordo ad uno ad uno
    i momenti in cui tutto sembra perfetto… Eppure quel tutto e’ fatto di nulla… Il semplice sentire nel cuore come la perfezione non abbia una sua precisa fisionomia …. Cala e tu la percepisci… ti lascia un alone di pienezza senza averti lasciato nulla di tangibile…

  5. Miss, hai dipinto un quadro meraviglioso. La magia delle “mattine in cui tutto sembra perfetto” la viviamo di tanto in tanto, chissà come mai; forse abbiamo dormito profondamente, o abbiamo fatto un sogno importante che non ricordiamo, oppure è accaduto il giorno precedente qualcosa che non abbiamo colto del tutto… E poi “andarmene in giro come al solito in cerca di niente, (…) uno dei miei diletti: io vado per caruggi senza andare da nessuna parte“. Parole semplici, ma non sai quanto mi hanno colpito. Grazie per le belle sensazioni che hai condiviso e buona serata.
    Tantris

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.