Estate 1928: ai bagni della Cava

Ed ecco infine il mese del solleone ai Bagni della Cava, meta dello svago dei genovesi in cerca di ristoro dalla calura estiva.
E così, in questo radiosa estate del 1928 molti scelgono questa spiaggia di sassi del levante cittadino: i bagni della Cava, collocati un tempo nella zona di Corso Aurelio Saffi in quel tratto antistante la rotonda di Via Corsica, saranno poi destinati a scomparire per lasciar posto alla modernità ma in questo inizio del ‘900 i genovesi si dilettano volentieri tra le onde che si infrangono frizzanti sulla riva.
E non manca un certo spirito a queste graziose bagnanti: una palla tra le mani, gli spruzzi di acqua salata, sorrisi che illuminano il viso.

E ci si mette anche in posa per la foto ricordo sugli scogli.
Quanta eleganza in un giorno d’estate alla spiaggia in questo 1928, osservate bene il terzetto: la ragazzina spicca per grazia e semplicità, con la sua frangetta, la sua posa rilassata e la sua acerba bellezza.
Le due giovani donne invece sembra che abbiano pensato a ogni dettaglio.
Una indossa le scarpe con il passante e l’altra ha invece delle calzature con i lacci, i così detti sandali alla schiava.
Una ha il fazzoletto in testa e l’altra porta i capelli raccolti e ha al collo una bella collana.

Ed è estate, ai Bagni della Cava.
Il sole splende alto nel cielo e la felicità riscalda i cuori.
Alcuni indugiano sulla spiaggia, altri con un remo tra le mani prendono il largo e vanno distante dalla riva.
Si vive, si sorride e si respira l’aria fresca del mare.
Ed è il tempo del gioco e della spensieratezza, delle corse sulla spiaggia e dei tuffi nel blu, è il tempo dolce dell’estate del 1928 ai Bagni della Cava.

Annunci

16 pensieri su “Estate 1928: ai bagni della Cava

  1. Mi piace moltissimo la foto delle bagnanti con la palla. Anche se é chiaramente in posa trasmette tutta l’allegria del gioco e la figuretta a sinistra ha una sua grazia particolare. Splendidi scatti recuperati dalle tue manine attente ai piccoli tesori… bacioni!

    • Fanno un effetto davvero strano queste immagini da un passato che a giudicare dalle pose e dall’abbogliamento pare lontanissimo… Solo quella sirenetta in pantaloncini che tiene la palla, mi pare agghindata con un gusto vintage semplice ma composto, ancora ripercorribile ….

    • Sì, sono sicuramente in posa ma l’effetto è gradevole e piace tanto anche a me, mi colpisce esattamente la figuretta a sinistra, proprio quella che hai notato tu. Bacioni cara, grazie!

      • Va comunque detto che ai tempi si poteva venir definite giovani donne fino intorno ai 25 anni, non oltre. Oggi abbiamo un altro metro di misura e io sto valutando in base al metro di allora (o per lo meno ci provo).

      • Ah beh, certo, su questo hai ragione! A volte poi ci sono delle foto di ragazze molto giovani che sembrano molto più grandi di quello che erano, mi è capitato di avere in certi casi le età precise e di stupirmi parecchio, magari a 18 anni ne dimostravano 30 o anche di più.

  2. bisognerebbe non avere la concezione del tempo (il chè non sarebbe tutto relativo) e le belle ore del tempo si fermassero per rivivere certi momenti.ciao Miss buon sole e…splendide foto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.