La maestra di Luigino

La maestra di Luigino di certo curava molto le sue lezioni ed era paziente con i suoi scolaretti: lavagna, gessetto e lunghe file di aste, numeri e lettere.
Lei poi faceva ripetere la lezione infinite volte sul quaderno a righe con la copertina nera, la maestra era amorosa, dolce ma esigente.
La maestra di Luigino aveva una calligrafia leggermente inclinata e molto armoniosa, lo so perché appunto possiedo questa cartolina che lei scrisse al suo piccolo alunno.
E le sue maiuscole, oh, le sue maiuscole sono un capolavoro di svolazzi e ghirigori, le sue minuscole poi sono perfettamente proporzionate, io non saprei mai scrivere a quella maniera ma del resto i tempi sono molto cambiati.
La maestra di Luigino aveva un nome romantico e ormai desueto: si chiamava Felicita e davvero nella nostra epoca non ci sono più ragazze che portino quel nome lì, è passato di moda da tempo.
Lei scrisse la sua cartolina il 15 Settembre 1910 e in quegli anni un compianto poeta pubblicò una certa poesia che forse avrà suscitato qualche emozione nella nostra maestrina, è davvero la prima cosa che mi è venuta in mente quando mi sono ritrovata tra le mani questa cartolina.
Il poeta si chiamava Guido Gozzano, la poesia alla quale faccio riferimento è chiaramente La Signorina Felicita ovvero la Felicità che venne pubblicata nel 1909 sulla Nuova Antologia e in seguito inclusa nella raccolta I colloqui nel 1911.
Riporto qui per voi l’incipit e alcuni versi, immaginate la nostra insegnante mentre legge queste parole:

Signorina Felicita, a quest’ora
scende la sera nel giardino antico
della tua casa. Nel mio cuore amico
scende il ricordo. E ti rivedo ancora,
e Ivrea rivedo e la cerulea Dora
e quel dolce paese che non dico.

Signorina Felicita, è il tuo giorno!
A quest’ora che fai? Tosti il caffè:
e il buon aroma si diffonde intorno?
O cuci i lini e canti e pensi a me,
all’avvocato che non fa ritorno?
E l’avvocato è qui: che pensa a te.

L’affabile maestra scrisse poche parole al suo piccolo alunno, indirizzò la cartolina a lui chiamandolo Gentil Signorino Luigino.
Mandò un pensiero anche alla sua mamma e al bimbo inviò i saluti dei compagni di scuola, nulla di più.
E tutto questo accadde nel 1910.
E lei portava quel nome reso ancor più particolare dalla penna di un poeta.
E questa è la sua cartolina: dalla maestra Felicita al Gentil Signorino Luigino.

12 pensieri su “La maestra di Luigino

  1. Deliziosa cartolina e delizioso commento. Io avevo una zia che si chiamava Felicita, viveva in una casa ordinatissima e lei stessa, magrissima, avrebbe potuto essere la Felicita cantata da Gozzano

  2. Questo post mi ricorda gli appunti che ogni giorno,per due mesi la mia maestra Ida mi inviava per evitare che rimanessi indietro durante la mia degenza per una lunga e noiosa polmonite.La sua scrittura elegante e un po’nervosa che indicava il programma quotidiano ma in calce c’era sempre qualche parola affettuosa e di incoraggiamento

  3. Che belle le cartoline scritte dalla maestra. Che emozione e che eleganza d’altri tempi in quel gentil signorino Luigi… sarebbe bello vedere il retro con quella bella calligrafia di cui ci parli. Un bacione cara!

  4. Io non ebbi una maestra alle elementari bensì un maestro… A casa di mia madre c ‘ e’ ancora il volumetto che mi regalo’ con dedica di commiato all’ ultimo anno… Era un uomo dalla figura antica, rubicondo in viso, portava occhiali con montatura in metallo leggera, indossava sempre l’ abito grigio con camicia bianca e cravatte incolore… E’ come se lo ricordassi sempre vestito uguale…e lo vedessi in bianco e nero …gli anni si susseguirono ed io diventai adulta mentre lui rimase sempre lo stesso mio maestro ai miei occhi… in una fissita’ rassicurante che mi raccordava ancora a quell’ allieva che fui…. poi un giorno appresi della sua morte…

Rispondi a sertava Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.