E ti ricordi di te

E ti ricordi di te.
Molto tempo dopo, ti osservi ancora nel tempo fuggito via.
E ti ricordi di te appena ragazzina.
E ti ricordi di te: eri timida e impacciata, a dire il vero.
E ti rammenti anche di lei, non potrebbe essere diversamente.
Tu, seduta sulla poltroncina nello studio del fotografo.
L’abito con gli inserti di velluto e il colletto ampio, la spilla, i piccoli orecchini pendenti ai lobi, i capelli crespi raccolti con cura.
E lei accanto a te, con i guanti in una mano e i fiori nell’altra.
Ti ricordi di te?

E forse ti rammenti della tua borsina di maglia dorata, voi due l’avevate uguale.
E tu avevi al collo una catenella lunga e sottile e un piccolo crocifisso che restava così posato sul ginocchio e sulla tua gonna e forse ti ricordi che prima di essere donna sei stata una ragazza proprio così.

E ti ricordi di te.
E ti ricordi di quel tuo gesto vezzoso: chinarsi, stringere con le dita i nastri che chiudono le tue scarpe e sistemarli a dovere, perché le ragazze giovani sono sempre un po’ ambiziose, in ogni tempo.
Le fanciulle come te amano gli stivaletti all’ultima moda e gli accessori giusti e tu questo te lo ricordi bene, io lo so.

Ora poi, in realtà io non so nulla di te, soltanto mi sono messa a divagare sulla tua fotografia, le immagini come questa contengono già, a mio parere, vite intere: racchiudono il tempo che verrà, le gioie e le speranze, le incertezze e le piccole conquiste.
Con gli occhi della fantasia ti ho veduta poi molto anni dopo: già donna, stringi la fotografia tra le dita e la osservi.
Come io osservo te, adesso.
E mi viene così spontaneo farti quella domanda, sai.
Dimmi, ti ricordi di te?

21 pensieri su “E ti ricordi di te

  1. una bellezza austera, fiera ed orgogliosa della sua essenza, fra quelle trame di storia che echeggiano fino a noi tra pagine di rinnovata poesia.
    Bellissima anche la narrazione che accompagna queste belle foto storiche… 😉
    Buon wek end. 😉

  2. Bella foto e bellissimo testo di accompagnamento.
    Gli stivaletti e le borse si potrebbero usare anche oggi….la Savonarola io ce l’ho in camera da letto però gli abiti ce li appoggiamo….

  3. Mi colpisce sempre, in queste meravigliose foto d’epoca che ci mostri, la fierezza e l’austera solennità della posa che assumono i soggetti Seppur giovanissimi hanno una grande dignità e una sorta di nobiltà, indipendentemente dall’effettivo status sociale.
    Grazie Miss Fletcher, buon fine settimana
    Susanna

  4. Mi hanno colpito le parole “ti ricordi di te”.

    Le vecchie foto ci ricordano come eravamo. Mi ricordano come ero. In questa fase della mia vita direi che mi commuovono, mi rattristano… mi creano un turbinio di pensieri comunque fissi sul Tempo Fuggito e bloccato solo in una immagine…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.