Le Figurine Liebig: fiumi e suggestioni francesi

Le Figurine Liebig, che passione collezionarle!
Io conservo gelosamente gli album di mia nonna, sono diversi volumi che raccontano un mondo romantico e lontano, in passato ho già avuto modo di mostrarvi alcune delle mie figurine e oggi torno a proporne una serie.
Dunque, come ben saprete, a partire dall’ultimo ventennio dell’Ottocento la Liebig era solita donare ai suoi clienti questo originale omaggio, ogni serie è incentrata su uno tema specifico ed è composta da sei figurine.
E così viaggiamo nel tempo, con grazia e colori sfumati, le figurine di questa serie sono dedicate ai fiumi francesi e alle regioni che essi attraversano e per ognuna di esse sono in qualche maniera indicati i prodotti o le industrie che caratterizzano quel luogo.
Si inizia così con la gloriosa Senna che scorre e attraversa la bella Parigi.
A rappresentare la Ville Lumière ecco la Cattedrale di Notre Dame e una dama raffinata e affascinante, le attività poste in risalto sono invece la moda e la stampa.

Spostiamoci là dove scorre La Charente, la città messa in evidenza è Angoulême, la zona è celebre poi per i suoi metalli e le pietre da lavoro, per le produzioni di cognac, aceto, carta e chincaglierie.

Dolcemente fluiscono le acque della Loira, terra bucolica di castelli.
La città indicata, Saint -Nazaire, era già in quel lontano 1903 un importante porto dal quale partivano i transatlantici.

Ecco poi L’Adour, sulle sue sponde sorge la città di Bayonne.
Questa ricca regione si distingue per le produzioni di lana, marmo, resina e legname.
Come forse saprete, sul retro di ogni figurina c’è una breve spiegazione di quanto rappresentato su di essa e in questo caso si legge che, in questo anno 1903, l’Adour è in una regione di paludi e brughiere e i suoi abitanti usano muoversi servendosi di certi trampoli come ben si vede anche sulla figurina.
Il tempo ormai è trascorso e pure questa antica usanza è ormai certo solo un ricordo.

Proseguiamo quindi il nostro viaggio alla scoperta dei fiumi francesi ed ecco quindi il Rodano.
Il fiume bagna la città di Lione famosa per le sue sete e la bella Avignone che fu residenza dei papi.

Questa serie si conclude con La Garonna e con il panorama della città di Tolosa.
In primo piano si notano un giovane uomo e una fanciulla che, al riparo di un ampio ombrello, mostra la sua frutta dolce e matura.
Sono fiumi e suggestioni francesi dai colori pastello, nel mondo lontano delle Figurine Liebig.

19 pensieri su “Le Figurine Liebig: fiumi e suggestioni francesi

  1. Non riesco a scegliere… Io non ne ho mai avute ma sono davvero dei reperti! Ho ricordo che ne avessimo parlato almeno tra noi di questa tua collezione… possibile? Un bacione cara 😘

  2. Che meraviglia, in quei rettangolini colorati vi è storia, geografia, economia, costumi, usi e panorami….. e poi la componente maggiore è la fantasia che viaggia, non mancava la capacità di fantasticare. Oggi è già tutto confezionato,mille immagini, mille notizie su tutto e su tutti, sarà anche meglio così, ma nulla ha comunque il fascino di quei colori sfumati.

  3. Bellissime Miss!!! Non sapevo nulla di queste figurine …. Pero’ tra le mie raccolte dell’ infanzia ne avevo una serie sulle regioni d’ Italia con panorami/ paesaggi/monumenti/citta’ e mappe delle regioni molto simili a queste tue …. Alcune le incollai ai miei diari di viaggio quando da ragazza cominciai a girare per turismo …. Anche io da sempre una incurabile romantica per quei colori e quella grafica retro’…

  4. Bellissime.
    Se hai occasione, e non sei ancora andata, visita il museo della figurina Panini a Modena.
    Ci sono anche queste della Liebig

  5. Queste immagini formano insieme un bellissimo libro illustrato che ci porta ai tempi dei trisnonni.
    Che bello! Tanti dettaggli, tante cose da scoprire e da riconoscere!
    “Slow painting” dearest miss Fletcher!
    Un abbraccio stretto, stretto a distanza (come prescritto oggi)

  6. Irene
    Ci ha preso la mano per fare questo viaggio nel passato. I fiumi francesi erano e sono sempre
    affascinanti. Le Figurine di Liebig ci mostrano tante cose connosciute e dimenticate dei nostri
    bisnonni, nonni …. Uno, due abbracci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.