All’autunno

All’autunno che lascia indietro la gioiosa estate e così si posa sul nostro cammino.
All’autunno che spande gocce di pioggia e profumo di cannella, all’autunno che dona mele succose e grappoli d’uva, foriero di inquiete tempeste e di nuvole vaghe.
All’autunno celebrato dai versi di un poeta romantico prematuramente perduto, John Keats lasciò le cose del mondo a 26 anni e ne aveva appena 24 quando compose l’ode dedicata alla stagione dei caldi aromi e questo è l’incipit della sua poesia:

Season of mists and mellow fruitfulness,
Close bosom-friend of the maturing sun;
Conspiring with him how to load and bless
With fruit the vines that round the thatch-eves run;

Stagione delle nebbie e del raccolto maturo,
Amica vicinissima del sole fecondatore;
Con lui cospiratrice del carico e del dono
dei frutti sulle viti lungo i cornicioni di paglia.

All’autunno dalle screziate sfumature e dai profumi intensi, mentre il fuoco arde nel caminetto, tempo di castagne e di vino versato nei bicchieri per brindare alla stagione nuova.
All’autunno prodigo di promesse che ancora si rinnovano.
All’autunno e agli alberi che si vestono di oro, di ocra e di arancio, con le foglie che tintinnano appena smosse dal vento sui rami leggeri.
All’autunno, stagione di questa ritrovata bellezza.

Fontanigorda – Bosco delle Fate

22 pensieri su “All’autunno

  1. L’autunno come l’inverno sono i mesi a me più cari.Nature morte foglie frutti sono i quadri del mio salotto, bere una tisana di mirtilli guardando gli alberi, con il sottofondo delle quattro staggioni di Vivaldi.

  2. Le tue belle parole sulla stagione che si introduce , mi rendono incline alla riflessione … come una foglia raggrinzita, a fine del suo ciclo vitale, stava li’ ad aspettare un refolo di vento per staccarsi dal suo ramo…. se non lo avesse fatto ieri forse lo avrebbe fatto oggi o domani … ma la stagione morta si imponeva ormai… non bastava la voglia di vita e di estate a fermarla………

  3. Irene
    Grazie, cara Miss Fletcher per le versi romantici di Keats, ma sopratutto per il tuo elogio poetico dei colori e profumi esuberanti dell’autunno. Un bacio profumato a te.

  4. Mi rende così felice l’idea di camminare con te in questo viale pacifico verso una casa accogliente. Fosse pure un simbolo di speranza per tutti i poveri nel mondo che oggi sono senza un tetto !
    Un abbraccio stretto stretto

  5. “L’autunno è una seconda primavera in cui ogni foglia è un fiore” scriveva Albert Camus. E come dargli torto. Le distese di colori, le nature morte, i sentieri solitari. L’estate è alle spalle, ma ogni tempo ha le sue meraviglie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.