A stitch in time saves nine

Può una signorina che ama il ricamo non disporre di un biscornu da viaggio?
Assolutamente no, direte voi.
Eccone uno, viola sfumato su aida lilla.

E poi un altro ancora.
Il filo metallico iridescente è di grande effetto ma mette a dura prova la pazienza di miss Fletcher.
Accanto trovate un proverbio di grande saggezza, lo schema è tratto da una delle riviste inglesi che sono la mia passione.

 
Da ultimo, ancora un bel motto.
Il disegno, se così si può dire, è mio, spero che sia riuscito in modo armonico.
Mi piacevano così tanto queste parole, che volevo metterle crocetta su crocetta, è un piccolo pensiero per un’amica speciale.


Manuela, questo piccolo biscornu è pensato e ricamato per te, spero che ti piaccia, appena avremo occasione di vederci te lo porterò.
E alla collezione di Miss Fletcher, molto presto si aggiungerà questo.
Stay tuned!

Annunci

I biscornu di Miss Fletcher

 

Come si rilassa Miss Fletcher, quando scende la sera?
Ma con il punto croce, obviously. E dando regolarmente la caccia alle forbici, aggiungerei, che non c’è volta che non pronunci la frase “Ho perso le forbici!” , che abitualmente si alterna con “Mi è caduto l’ago!”. Da che ne consegue una ricerca forsennata sul pavimento, che è di graniglia scuro, vi faccio notare, quindi per trovare qualcosa bisogna munirsi di torcia e pazienza. L’ago generalmente si annida in qualche anfratto sperduto e irraggiungibile, le forbici si tuffano autonomamente tra i cuscini del divano, un classico.
A parte questi trascurabili inconvenienti, il ricamo mi diverte.
E mi piacciono molto i biscornu, quelli che vedete sono solo alcuni della mia collezione.
Gli schemi free di tutti i puntaspilli ritratti nella foto provengono da The Flossbox, un sito molto ricco di spunti e di idee.
Però io attendo sempre fiduciosa uno schema della Manu: quando lo farà, so che sarà bellissimo.