Otto anni con voi, buon compleanno Dear Miss Fletcher!

Oggi per me è una giornata molto speciale, oggi questo blog compie ben otto anni.
Come sempre mi accade in questa circostanza mi stupisco e mi rallegro delle tante cose belle che questo blog mi ha regalato.
Passeggiate, nuove scoperte, cose mai vedute, sogni ad occhi aperti tra passato e presente.
E incontri e nuove amicizie, persone trovate lungo il cammino, alcune mi sembra che ci siano sempre state.
Ringrazio tutti voi lettori, mi onoro di ospitare sulle mie pagine persone garbate e sempre gentili ed è una vera gioia confrontarsi ogni giorno con voi.
Grazie delle vostre parole e dell’entusiasmo che sempre mi riservate.
Con il profumo delle rose che amo, buon compleanno Dear Miss Fletcher!

Annunci

Amiche speciali alla fermata dell’autobus

Le ragazze sono tornate!
Sono sicura che molti di voi si ricordino di loro: Els e Irene sono due brillanti amiche olandesi ottantenni e sono anche amiche di Miss Fletcher, le ho conosciute proprio grazie a queste mie paginette e a maggio abbiamo avuto occasione di gironzolare insieme per Genova, qui c’è il racconto di quella nostra bella passeggiata.
Els e Irene sono innamorate della Superba e sono ritornate qui per una nuova vacanza.
E così abbiamo passato la mattinata a Palazzo Reale, siamo andate a zonzo per caruggi, abbiamo pranzato insieme con delle genovesissime trofie al pesto, ho mostrato loro il mio terrazzo e i primi fiori di primavera.
E abbiamo trovato le mimose, gustato un tè e un dolcetto alla Marescotti, ci siamo anche fermate in libreria.
Le giornate, quelle belle, per me sono così: dense di tante piccole gioie.
E poi, sorpresa!
Ecco qua, la cosa fantastica è che l’idea non è mia ma di Els e Irene: appena ci siamo incontrate mi hanno espressamente chiesto di portarle a quella fermata dell’autobus che gli affezionati lettori di questo blog conoscono bene.
Ne scrivo spesso infatti, in quanto c’è qualcuno che si prende la briga di sistemarla con sedie di vario genere, è una faccenda peculiare questa e qui trovate l’ultima puntata della serie.
E così le ragazze hanno voluto fare una foto proprio su quelle sedie, ci siamo andate apposta, pensate un po’!
Els e Irene sono persone particolari: ironiche, solari, intelligenti, simpatiche e veramente piacevoli, è un vero onore conoscerle.
E così eccole qua: due amiche speciali alla fermata dell’autobus.

Buon anno!

E torniamo ancora a scambiarci gli auguri, l’anno vecchio se ne va e quello nuovo è ormai alle porte.
E così noi lo aspettiamo con un calice colmo di bollicine per brindare insieme alle persone care e ai nostri amici.
E lo attendiamo con il sorriso dolce di queste fanciulle che portano pesanti giacche di lana e cappelli di foggia diversa adatti ad affrontare il freddo inverno.
Sguardi ingenui, volti puliti e ottimisti che guardano verso il futuro con fiducia.
Facciamo così anche noi, con la bella speranza di giorni felici e pieni di gioia.
Buon anno a tutti voi!

Tanti auguri a te, Miss Fletcher!

Oggi è il mio giorno speciale, oggi festeggio il mio compleanno.
E come sempre faccio ormai da diverso tempo porto la mia festa anche qui, su queste mie paginette che mi hanno consentito di conoscere molti nuovi amici.
Con l’occasione ringrazio tutti voi per la vostra presenza e per le parole gentili che sempre mi scrivete, è proprio una bella cosa per me.
E ancora una volta porto qui quella splendida rosa tanto amata che mi rappresenta e che sempre fiorisce contro il cielo azzurro di Fontanigorda, ogni anno è generosa e ricca di boccioli profumati.
Tanti auguri a me, buon compleanno Miss Fletcher!

Sette anni con voi, buon compleanno Dear Miss Fletcher!

Oggi è una giornata importante per me, oggi questo blog compie sette anni.
Sono tantissimi giorni, se ci pensate.
E sono tante fotografie, ricordi, caruggi, scoperte, nuovi libri e nuovi viaggi nei tempi passati che non ho veduto.
E incontri, nuove ispirazioni, amicizie che si rinsaldano, sono molte le emozioni che mi regalano queste mie paginette.
Così innanzi tutto ringrazio voi per la vostra presenza, grazie per le parole belle che sempre mi donate, sono onorata di avere tra i miei lettori persone garbate ed entusiaste come voi.
E allora brindo insieme a tutti voi, cin cin e buon compleanno Dear Miss Fletcher!

Els, Irene e Miss Fletcher

E oggi vi racconterò di loro, Els e Irene sono le amiche olandesi di Miss Fletcher.
A dirvi il vero è stata proprio una sorpresa sapere di avere queste affezionate lettrici nella terra dei tulipani, un bel giorno però Els e Irene si sono rivelate lasciando un commento ad uno dei miei post e sono contenta che lo abbiano fatto.
Els e Irene sono due fantastiche ragazze ottantenni e ho anche avuto la piacevole occasione di conoscerle in quanto pochi giorni fa sono venute a Genova.
Infatti dovete sapere che loro due leggono le mie paginette proprio perché amano la mia città e l’hanno visitata più di una volta, un giorno mi hanno scritto di essere andate a cercare Piazza della Giuggiola proprio perché l’avevano vista su questo blog.
Els e Irene sono due persone brillanti, colte, entusiaste e allegre.
Sono mamme e nonne, sono amiche da molti anni e da tanto tempo amano viaggiare insieme.
Parlano l’italiano e mi hanno detto che hanno voluto studiarlo per poter leggere la Divina Commedia in lingua originale.
E così abbiamo trascorso un bel pomeriggio insieme: Els, Irene e Miss Fletcher a zonzo per i caruggi, proprio come piace a noi!

Abbiamo visitato la chiesa della Nunziata e abbiamo fatto merenda alla Marescotti, poi abbiamo piacevolmente gironzolato in Via della Maddalena e in Via Luccoli.
Su e giù, quel giorno c’era anche un bel sole e quindi abbiamo anche gustato un cono di pesce fritto da asporto comodamente sedute su una panchina al Porto Antico, davanti al mare di Genova.
È sempre una gioia incontrare persone speciali come loro e oggi le ringrazio per il bel pomeriggio passato insieme e anche per i deliziosi cioccolatini che mi hanno portato in dono dall’Olanda, nella carta che li racchiude c’è il disegno di un mulino a vento.
Il blog regala sempre splendide esperienze e incontri imprevedibili, questa volta mi ha portato per le strade della mia città insieme a due persone fantastiche.
Care Els e Irene, vi ringrazio di cuore di tutto e spero davvero di rivedervi presto!

Il compleanno della Biblioteca Berio

Accadono a volte cose molto belle, avere un blog dedicato alla propria città è una continua occasione di incontro e di crescita, spesso grazie a queste pagine ho avuto modo di partecipare ad eventi interessanti che riguardano la mia Genova.
Proprio di recente sono stata invitata alla festa per il compleanno della Biblioteca Civica Berio che da vent’anni ha la sua sede nell’edificio che un tempo ospitò il Seminario Arcivescovile.
Questa biblioteca nel fiore degli anni che prima si trovava a De Ferrari è stata così celebrata dai suoi tanti estimatori, da coloro che hanno studiato sui libri conservati sui suoi scaffali e dagli amanti della lettura.

In molti hanno dato il loro contributo alla realizzazione di questa splendida iniziativa, durante la festa di venerdì 4 Maggio è stato anche inaugurato il nuovo giardino della Biblioteca curato dagli studenti dell’Istituto Agrario Marsano.

Nel tunnel della biblioteca è stata anche allestita una piccola esposizione con dei pannelli dedicati a diversi aspetti della storia della Berio, tra gli autori dei testi ci sono Stefano Fera, Laura Malfatto e Teresa Sardanelli.
Io mi sono occupata di scrivere un articolo dedicato alla storia del Seminario Arcivescovile, i tre pannelli posizionati sulla sinistra comprendono questo mio pezzo e alcune immagini d’epoca.

Ringrazio i responsabili della Biblioteca per avermi invitata a partecipare a questa esposizione in una maniera a me molto gradita, i pannelli a breve verranno spostati dal tunnel e saranno collocati all’interno della biblioteca e così se andrete alla Berio troverete il testo scritto da me, sono molto contenta di aver dato il mio piccolo contributo.
Oltre a ciò sono lieta di dirvi che molto presto pubblicherò il mio testo su queste pagine e quindi potrete leggere la storia del Seminario Arcivescovile di Genova.
E ancora una volta faccio gli auguri a un luogo che racchiude vite, romanzi, poesie, storie, rime, racconti e memorie.
Buon compleanno alla nostra amata Biblioteca Berio!

Il Carmine: un regalo a colori per me

Nel corso delle diverse stagioni credo di avervi portato molte volte al Carmine, è uno di quei posti dove si lascia il cuore ed è uno dei luoghi dove amo passeggiare.
E andare su e giù tra il Vico della Fragola e quello dello Zucchero, in quella dolcezza antica che appartiene a questa parte di Genova.
Il Carmine è un quartiere talmente caratteristico da farti innamorare anche se non ci sei mai stato e allora l’immaginazione può portarti proprio là, nei luoghi a me cari.

Questo mio blog ha diversi affezionati lettori e tra i frequentatori abituali delle mie paginette c’è anche lui: il suo nome è Sergio, non è genovese ma è genuinamente innamorato della Superba, forse vi sarà anche capitato di leggere i suoi arguti commenti, Sergio ha un particolare senso dell’ironia.
E il mio amato Carmine ha incantato anche lui, era inevitabile!
Lo aveva veduto nelle mie passeggiate e così durante la sua recente visita a Genova abbiamo avuto occasione di conoscerci e di andare proprio al Carmine insieme.
Sergio ha talento per la pittura, il suo nome d’arte è Balallo e mi ha portato un regalo veramente speciale del quale lo ringrazio di cuore, dovrei ormai sapere che il blog è fonte di continui stupori e invece non smetto mai di meravigliarmi.
Ed ecco qui la Piazza del Carmine, il quadro ha già trovato la sua perfetta collocazione in casa mia.
E davvero non manca nulla: cielo azzurro, panni stesi, luce e ombra.
E Genova che sa farti innamorare.

Auguri per il nuovo anno!

Ho una cartolina per voi, è un cartoncino che viene da un’epoca lontana.
Con questa grazia e con un delicato profumo di fiori.
Auguri a tutti coloro che cercano armonia e bellezza nelle loro vite, con la speranza che il nuovo anno sia gentile e generoso.
Auguri di nuovi viaggi, nuovi orizzonti, nuovi libri e nuove emozioni.
Con il sorriso di questa giovane fanciulla che rivolge lo sguardo fiducioso verso il tempo che verrà.
Buon anno a tutti voi!