Il volto megalitico di Borzone

All is riddle, and the key to a riddle is another riddle.
Tutto è enigma, e la chiave a un enigma è un altro enigma.
(Ralph Waldo Emerson, The Conduct of life)

C’è un luogo, in Liguria, dove il vostro sguardo si poserà su un enigma.
Bisogna recarsi in località Borzone, poco distante da  Borzonasca, sulla strada per Zolezzi.
E lì guarderete verso la montagna, oltre il fitto degli alberi e i vostri occhi meravigliati incontreranno un volto misterioso, una scultura rupestre di ragguardevoli dimensioni, sette metri di altezza e quattro di larghezza.
E’ il volto megalitico di Borzone.

Volto Megalitico di Borzone

Venne rinvenuto negli anni ’60, in occasione di certi lavori che si facevano in zona.
Fu allora che riemerse il volto, fino a quel momento sommerso dalla vegetazione.
Di chi sono quei tratti? Chi è effigiato nella roccia?
Enigma e mistero, gli studiosi stanno cercando la risposta che sveli la reale natura di quest’opera dell’uomo così maestosa e suggestiva.
Tra le varie teorie dapprima si è ipotizzato che questi tratti vogliano rappresentare il viso di Cristo e che siano la testimonianza della devozione e dell’opera di evangelizzazione dei Monaci Benedettini  del monastero di Sant’Andrea, edificio che divenne Abbazia nel 1184.
Mistica e ammantata del fascino di altri secoli, l’Abbazia è tutta da scoprire e presto vi racconterò la mia visita in quel luogo così particolare.

Abbazia di Borzone

E narra una leggenda che gli abitanti del posto avevano l’abitudine di recarsi una volta all’anno sotto il volto per pregare Dio e ringraziarlo del dono delle fede, usanza che si perse quando i frati lasciarono l’Abbazia.
C’è un’altra ipotesi, ancor più sorprendente, che farebbe risalire il volto megalitico ad epoche ancor più antiche, addirittura al Paleolitico Superiore.
E allora quel volto che non sappiamo ancora interpretare potrebbe ritrarre qualche divinità venerata dagli uomini che vissero in queste terre in tempi tanto lontani.
Fate una passeggiata a Borzone e andate a visitare l’Abbazia, poi imboccate la strada che vi condurrà tra gli alberi.
E alzate gli occhi verso il volto enigmatico che vi osserva dall’alto della montagna.

Volto Megalitico di Borzone (2)