Un cuore

All’improvviso, un cuore.
E i suoi contorni vaghi e tremuli, come le cose incerte e le esitazioni.
Un cuore?
Inatteso come una sorpresa, come un regalo che non ti aspetti.
Un cuore e non l’ha disegnato nessuno: è apparso, lo ha tracciato un rivolo d’acqua.
E allora, guarda.
Sul marmo.
Prima che che si perda, prima che svanisca per divenire nulla.
Un cuore?
Era la fine d’agosto, ero in campagna.
Ed è apparso così.
Polvere.
Fondi di caffè.
O forse no?
No, è soltanto un cuore, un cuore all’improvviso.

cuore

Annunci

Un cuore perduto

“Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce.”
Così scrisse il saggio Blaise Pascal anni ed anni fa, sono sicura che indubbiamente si riferisse ad altro, ecco.
Un cuore, un cuore perduto lungo il cammino.
Smarrito, per uno sfortunato incidente lasciato in balia del destino.
Perso e palpitante, solo e sorridente, certi cuori intrepidi sanno essere ottimisti anche in caso di difficoltà e nulla può abbatterli, neanche se si ritrovano in bilico su un muretto.
Sotto alla ringhiera di Rampa Silvio Fellner.
Un cuore perduto in un giorno d’inverno.

Cuore