Arancio e giallo

Non so come succeda, io penso che taluni abbiano il dono di creare armonia.
E magari, io credo, neppure lo sanno.
Ed è anche vero che talvolta la bellezza è figlia del caso e vive in certi piccoli dettagli, rimane quasi nascosta, silenziosa testimone della vita.
E poi con lo sguardo la trovi e resti a domandarti come tu abbia fatto a non vederla prima, nei giorni già trascorsi.
Eppure è sempre stata lì la bellezza.
Sei tu che dovevi soltanto scoprirla, è tutta qui la differenza.
E poi un giorno la vedi e non la scordi più, ha i colori caldi dell’estate, arancio e giallo sui rami e su una corda da stendere.

Annunci

In ordine sparso

Manca forse un accenno di viola o magari ci vorrebbe una nota di rosso vivace.
Forse.
Ma tutto è già così armonioso.
Panna, rosa, verde brillante, arancio e giallo brillante del sole.
E sono mollette di Fontanigorda.
Così, in ordine sparso e a colori proprio come piace a me.