Un bosco ricco di sorprese

È un bosco ricco di sorprese quello che circonda Fontanigorda e in questi giorni mi regala continui stupori.
Infatti ieri pomeriggio ho fatto un nuovo bellissimo incontro: ancora uno scoiattolo!
Eh sì, nello stesso posto in cui ho veduto quell’altro che è apparso su questo blog proprio ieri, non si tratta però della stessa creaturina: lo scoiattolo del post di ieri era più scuro e più grande, questo invece era più fulvo e piccolino.
D’altra parte in quella zona ci sono tante ottime nocciole da sgranocchiare e così gli scoiattoli vanno a fare rifornimento e poi via, scappano veloci su per gli alberi!
È un bosco ricco di sorprese e là abita anche questo splendido scoiattolo.

Un simpatico scoiattolo

Non tutte le creaturine del bosco sono sempre disposte a farsi ammirare, talune sfuggono via rapide lasciandoti con il tuo stupore.
A volte, però, basta avere un pizzico di fortuna!
Ieri, sul tardo pomeriggio ho sentito appena fruscio tra gli alberi e all’improvviso ho visto una bella coda elegante muoversi sinuosa tra le foglie: uno scoiattolo!
Vivace e vispissimo, saltava veloce da un ramo all’altro, con quella sua incredibile vitalità, non so neanche come abbia fatto ma sono riuscita a fotografarlo.
E spero proprio di incontrarlo di nuovo: arrivederci, simpatico scoiattolo!

Incontri di fine stagione

E l’estate lentamente svanisce, l’aria è più fresca e il bosco inizia ad velarsi di suggestioni autunnali mentre le giornate diventano sempre più brevi.
E malgrado le nuvole ieri mattina me ne sono andata a fare la mia solita passeggiata qui nei dintorni, intanto qui in Val Trebbia si fanno sempre incontri interessanti quando meno te lo aspetti!
E infatti, ad un tratto, ho sentito un frusciare leggero e improvviso tra i rami.
E così mi sono messa a guardare meglio e ho visto correre e saltellare, laggiù tra le foglie.
Chi è?
Toh, uno scoiattolino!

Ed è il secondo che vedo quest’anno, non mi era mai capitato di scorgere gli scoiattoli qui in Val Trebbia ma in questa lunga estate sono stata fortunata.
E sono riuscita anche a fare qualche scatto, con tutti i limiti del caso perché il tipetto in questione andava di fretta e aveva tra i denti qualcosa di veramente appetitoso da sgranocchiare.
Un magnifico incontro, un vispo e bellissimo abitante dei boschi di Fontanigorda.

Lo scoiattolo

Una mattina di primavera, qui, ai Parchi di Nervi.
Il sole splende, il cielo è terso, nell’aria si diffonde un delizioso profumo di rose.

E poi accade, in posti come questo, di fare certi incontri.
Oh, sebbene sia mattina presto non si è mai soli!
Eh no, a quanto pare qui si trova compagnia.
Due passi al parco, è quel che ci vuole per iniziare bene la giornata!

Oh guarda, che bello! Una nocciolina!

Oh, finalmente si fa colazione!

Ma cosa vuole quella lì, quella Miss Fletcher che mi tallona dappertutto con la sua macchina fotografica? Via, via di corsa!

Ora me ne vado sull’albero, voglio vedere se mi segui pure lì!

Oh, eccomi al sicuro! Allora, dove eravamo rimasti?
Ah già, la nocciolina!

Che delizia!

Ma sei sempre lì? Te ne vai si o no?

Cosa dici? Vuoi giocare? Poi non è che mi freghi tutte le noccioline, vero?  Che faccio? Posso fidarmi di te?

Va bene, dai! Scendo!

E ooop! Io sono velocissimo, sai?

Ed eccomi qua, piacere di conoscerti.

Eh, che bella mattinata abbiamo trascorso! Il tempo passa sempre in fretta quando ci si diverte, è vero?
Beh, un giorno o l’altro potremmo rifarlo! Tornerai?  Io ti aspetto qui, sull’albero.